giovedì, 29 Febbraio , 2024
HomeCronacaMassoneria. La verità dopo 30 anni non si prescrive. A Matera il...

Massoneria. La verità dopo 30 anni non si prescrive. A Matera il libro sul biennio nero

A parlarne sabato 12 marzo, a Matera, presso l’Alvino 1884, il Gran maestro del Grande Oriente d’Italia, Stefano Bisi, per la presentazione del libro “Il biennio nero 1992-1993. Massoneria e legalità trent’anni dopo” pubblicato per le Edizioni Perugia Libri” . Un incontro organizzato dal G.O.I Palazzo Giustiniani e dalla Loggia Quinto Orazio Flacco Europeo n.1500 all’Oriente di Matera. A discuterne con Stefano Bisi , dopo i saluti del presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, il parlamentare Vito De Filippo (pd) componente della XII commissione (affari sociali) e del comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen, di vigilanza sull’attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione. E gli spunti di questa vicenda, conclusa dopo 30 anni, come riportato nel servizio https://giornalemio.it/cronaca/giustizia-30-anni-dopo-per-il-grande-oriente-ditalia-un-libro-del-gran-maestro/ , sono contenuti nel libro, nelle riflessioni seguite alle presentazione , l’ ultima nell’aula Magna dell’Università di Siena , sono l’occasione per parlare di diritti, legalità, giustizia e di tutele Costituzionali. Quella Carta, la nostra Costituzione, oggetto di periodiche e subdole manovre di stravolgimento , che tutela e garantisce le libertà di espressione e di partecipazione alla vita del Paese per tutti, e senza preclusione alcuna. Serve costruire ponti, abbattere muri di insensibilità, scrostare luoghi comuni, legati spesso a ignoranza, a scarsa conoscenza di pensiero, modelli, esperienze, storie che pure fanno parte della nostra società, della costruzione dell’ Italia, dell’Unione Europea e del consorzio dei popoli liberi. Basta guardarsi dietro e intorno per capire come i conflitti, e l’attualità della guerra in Ucraina per esempio, e di altre situazioni che si intrecciano con l’economia e l’energia, si affrontano con buon senso e responsabilità. Quel senso di responsabilità e di voglia di conoscenza inarrestabile che ha contrassegnato la vita dell’infaticabile ”maestro” Pietro Andrisani, scomparso lo scorso anno, e animatore di tante iniziative culturali di respiro nazionale. Dalla musica al pensiero di Quinto Orazio Flacco, che contrassegna con il numero 1500 la realtà materana del Grande Oriente.

IL LIBRO DAL SITO www.grandeoriente.it
E’ appena uscito in libreria “Il biennio nero 1992-1993. Massoneria e legalità trent’anni dopo” (Edizioni Perugia Libri) in cui il Gran Maestro Stefano Bisi, ripercorre la vicenda dell’inchiesta del Procuratore della Repubblica di Palmi Agostino Cordova. Vicenda iniziata nell’ottobre del 1992, quando Cordova dispose il sequestro degli elenchi dei fratelli del Grande Oriente d’Italia e perquisizioni negli uffici e nelle abitazioni di alcuni dirigenti. In quel periodo si susseguirono gli attacchi, le accuse da parte di politici e giornalisti. Addirittura c’è chi parlò della scoperta di una nuova P2.
L’inchiesta di Palmi è finita nel 2000 con l’archiviazione, ma gli strascichi di quella vicenda si sono registrati fino all’ottobre del 2021. Nel biennio nero si registrano anche dalle improvvise dimissioni del Gran Maestro Giuliano Di Bernardo che, a scoppio ritardato, lancia pesanti accuse e presenta una querela per diffamazione. Anche questa archiviata.

Per informazioni e pronotazione del libro: info@perugialibri.it

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti