Dopo la grande emozione dell’abbraccio, sotto gli occhi del mondo,  sul sagrato con il Papa emerito Benedetto XVI, e  l’apertura della Porta Santa all’ordine “Apritemi le porte della giustizia”, Papa Francesco ha inaugurato ufficialmente il Giubileo della Misericordia varcando la soglia, seguito da Ratzinger. Ha avuto così inizio il Giubileo Straordinario della Misericordia che terminerà il  20 novembre 2016.

Sarà un anno particolare per la Chiesa che mai come in questo momento sta mettendo a nudo e in discussione le proprie fragilità, le scelte non sempre coerenti con il Vangelo,  attraverso un percorso di trasparenza a viso aperto con i fedeli e con la struttura stessa del mondo clericale. Con questo spirito ha avuto inizio l’8 dicembre, nella solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, un Giubileo insolito che successivamente ha visto, la  III domenica di Avvento, in significativa simultaneità con  le diocesi di tutto il mondo, l’apertura delle Porta della Misericordia .

IMG_0065

Anche nella Diocesi di Tricarico,  nell’anno giubilare della Misericordia tutti i singoli fedeli potranno ricevere per sé o applicare ai defunti – soltanto una volta al giorno – la grazia dell’Indulgenza plenaria, nei modi e nei tempi stabiliti dalla Chiesa [– celebrare il sacramento della Confessione, individuale e integra, nello stesso giorno o nei giorni vicini; – ricevere l’Eucarestia (necessaria per ciascuna indulgenza) possibilmente nello stesso giorno in cui si compiono le opere prescritte; – pregare secondo le intenzioni del Santo Padre e fare la professione di fede; –impegnarsi ad attuare opere di penitenza e di carità (Il pellegrinaggio a una chiesa giubilare, attraversando la Porta della Misericordia;  il compimento di un’opera di misericordia, ecc.)].

Nella  Diocesi tricaricese  l’Indulgenza plenaria si può ottenere nei seguenti luoghi: – nella Chiesa Cattedrale “S. Maria Assunta” in Tricarico (13 dicembre 2015 – 13 novembre 2016); – nella Chiesa Parrocchiale“S. Antonio di Padova” in Stigliano (10 gennaio 2016 – 6 novembre 2016); –  nel Santuario Diocesano “S. Maria di Fontiin Tricarico (25 aprile 2016 – 2 ottobre 2016).

              IMG_0064

Durante quest’anno straordinario – soprattutto nel tempo della Quaresima – ci è chiesto di porre con convinzione al centro della nostra vita il sacramento della Riconciliazione”, perché la confessione “permette di toccare con mano la grandezza della misericordia” (MV, 17), ha spiegato il Vescovo Vincenzo Orofino. Per questo abbiamo pensato di dedicare un anno intero alla riscoperta esistenziale e ascetica del sacramento del perdono.Un anno dedicato alla Confessione perché tutti possano valorizzare al massimo «questo momento favorevole per cambiare vita (…) e lasciarsi toccare il cuore» (MV,19).

Questo tempo giubilare sarà ritmato dai numerosi appuntamenti previsti sia a livello universale (a Roma con il Papa) che locale, indicati nell’Agenda diocesana. In particolare, l’annuale “Giornata diocesana del laicato cattolico” che quest’anno prenderà la forma di una Festa del perdono (25 aprile 2016), con testimonianze e riflessioni, con la celebrazione comunitaria del sacramento della Penitenza e l’apertura della “Porta della Misericordia” al Santuario di Fonti.

In ogni parrocchia, dal 29 febbraio al 5 marzo, in concomitanza con la celebrazione dell’iniziativa mondiale 24 ore per il Signoree con la presenza di alcuni Missionari della Misericordia, ci sarà laSettimana della misericordia”, con l’intento di imparare la misericordia, offrendo e ricevendo amore e perdono. Una grande festa della riconciliazione comunitaria in tutti i paesi! Il perdono fa bene a tutti: a chi lo dona e a chi lo riceve.

Nella domenica della Divina Misericordia, il 3 aprile 2016,  un pellegrinaggio diocesano, guidato dal Vescovo, presso il Santuario di “Materdomini”per imparare il servizio dell’amore e del perdono da San Gerardo Maiella e accompagnare i nostri fanciulli che durante l’anno celebreranno la Prima Confessione.

Il 6 settembre, martedì, faremo il Pellegrinaggio diocesano a Roma, guidato dal Vescovo.

Molte altre iniziative e attività, centrate sul sacramento della Confessione, verranno organizzate dalle singole parrocchie e dalle due zone pastorali.

Inoltre il Vescovo, Vincenzo Orofino, terrà la catechesi mensile a livello zonale nei mesi dicembre – aprile sul tema della misericordia di Dio.