Anche quest’anno (è la XVI EDIZIONE 2019-2020) l’Anspi Carità Tito ha allestito sul versante titese della Torre di Satriano l’albero di Natale più grande della Basilicata.

La cerimonia di accensione si terrà al centro per la creatività di Tito sabato 7 dicembre, al termine di una manifestazione -a partire dalle ore 18.30- che sarà aperta dallo spettacolo del comico Simone Schettino.

L’installazione – curata come sempre dall’Anspi Carità con il supporto tecnico dello Studio 2esse e con il sostegno dell’amministrazione comunale di Tito e dello sponsor Basilicata Energia luce & gas, che fornisce gratuitamente l’energia elettrica – verrà teleattivata sabato 7 dicembre, alle ore 20, dalla terrazza del centro per la creatività Cecilia di Tito, subito dopo lo spettacolo del comico Simone Schettino, previsto per le ore 18.30.

Le ottomila luci, distribuite dai volontari dell’Anspi lungo un profilo di 1700 metri retto da 265 pali, saranno dunque visibili da buona parte del territorio del Marmo-Platano e resteranno accese fino al 6 gennaio prossimo, dalle ore 17 alle 5 del mattino, insufflando così nell’aria una suggestiva atmosfera natalizia.

Sarà lo stesso Schettino ad azionare a distanza il meccanismo di attivazione.

Dopo la cerimonia di accensione, che sarà accompagnata dai fuochi di artificio, nella tensostruttura adiacente al Cecilia ci sarà la consueta festa con animazione musicale e con la degustazione di dolci tipici natalizi.

Novità di questa edizione: i mercatini dell’artigianato fatto in casa. Raccogliendo l’invito dell’assessore comunale alle attività produttive Giusy Laurino, infatti, gli organizzatori hanno allestito un’esposizione dei prodotti delle tante donne del posto che hanno trovato la loro dimensione espressiva nell’arte creativa e decorativa, anche e soprattutto attraverso l’utilizzo di materiale da riciclo.

Un vero e proprio patrimonio di artigianato fai-da-te eseguito con professionalità e passione mediante diverse tecniche che spaziano dal decoupage allo scrapbooking, ovvero l’arte di conservare i ricordi fotografici con album e cartoline autoprodotte, e che vedono la creazione di ghirlande, di decorazioni “shabby-chic”, di centrini, pupazzi, tessuti wax… Parte dell’incasso sarà devoluto in beneficenza.

Quest’anno abbiamo scelto di sostenere la onlus Amici dell’Hospice San Carlo di Potenza – dichiara il presidente dell’Anspi Carità Tito, Giuseppe Palazzo – e ospiteremo all’iniziativa alcuni volontari accompagnati dalla presidentessa Lea Riviello e dal dottor Marcello Ricciuti”.