Studenti, famiglie, ex allievi che accompagnano figli e conoscenti quasi fossero a casa…anzi a scuola, all’Istituto di Istruzione superiore ”Isabella Morra” -“Istituto professionale Industria e Artigianato” Leonardo Da Vinci” di Matera dove istruzione e formazione sono su misura di aspirazione, attitudine e di un orientamento che, negli attrezzati laboratori e con un corpo docente motivato, stimola la scintilla della creatività e dell’impegno. E abbiamo constatato sul campo, durante la prima giornata di Open Day, con la presenza degli imprenditori Saverio Calia e Antonio Braia,che per i giovani delle ultime classi delle scuole medie inferiori l’iscrizione agli Istituti è una concreta opzione per il futuro. L’aria, per dirla con convincente ottimismo, è quella di fare bene e di crescere ancora- come ci dice la preside Rosaria Cancelliere, ritornata da poco alla guida della scuola- nel solco di una tradizione che ha avuto visibilità nazionale ed europea. Un video proiettato all’ingresso dell’IIS Morra di via Dante, https://www.youtube.com/embed/yhy3IgzxEv4?feature=oembed&enablejsapi=1&origin=http://www.iismorra.gov.it, passa in sequenza le attestazioni e i progetti del recente passato. Al Quirinale in una celebre diretta tv del compianto Fabrizio Frizzi , passando per un defilèe di moda a Matera sul piazzale del Castello con il noto stilista Santo Versace, fino al recente progetto di un Pon Legalità premiato a Palazzo Viceconte. E’ una parte, accanto alla squisita e anche divertente accoglienza di alcuni docenti e allievi con camici da ”animatori” ludico ricreativi, di quello che i visitatori possono vedere, toccare e verificare sul campo, superando vecchi luoghi comuni , come quelli che i ”professionali” non siano all’altezza della formazione e dell’orientamento al lavoro. Niente di più sbagliato e i ragazzi che tornano dopo aver visto i laboratori, sfogliato la brochure o visitato il sito web della scuola non possono che prendere una decisione, iscrivendosi, e facendo un costruttivo passa parola. Merito di un rapporto diretto con i docenti, con i ragazzi iscritti agli indirizzi per la sanità e l’assistenza sociale, dei “servizi commerciali”, ”industria e artigianato made in Italy”,”Manutenzione e assistenza tecnica” con una articolata opzione di scelta di indirizzo’ “chimica, materiali e biotecnologie” con articolazione in biotecnologie ambientali . E poi i laboratori che catturano davvero l’attenzione di tutti con una spinta all’applicazione pratica davvero creativa: provare per credere. Se volete imparare a produrre saponi profumati, dalle forme, i colori che più vi aggradano – ma utilizzando la filiera del riciclo- non avete che dare un’occhiata alla tavola di Mendelev e lasciar fare alla natura, anzi alla chimica. Come produrre birra? Risposta anche per questo e del resto il laboratorio è ottimamente attrezzato per monitorare la filiera agroalimentare. Imparare una lingua straniera e inventarsi un supporto o una ghiera per l’albero di natale con un programmino inviato a una stampante ”3D” ? Possibile? Certo…e in istituto professionale, imparando divertendosi nel laboratorio linguistico multimediale. Occhi da ”ballo delle debuttanti” nel laboratorio di industria e artigianato del Made in Italy dove disegno, creatività per tutto quello che è moda,accessori e ”look” -come dicono i teen agers- fanno strabuzzare gli occhi con abiti da sera, d’epoca per rievocazioni storiche e lavori teatrali, da sposa o per il pret a porter.

Altra musica e al passo con i tempi nei laboratori di motoristica, pneumatica, elettronica che stimolano la voglia di progettare e mettere a sistema impianti che possono aiutarci a vivere meglio la mobilità sostenibile, la fruizione di casa o sui posti di lavoro. Un’offerta che mette mano alla passione per la buona scuola e che al ‘Morra” -” Da Vinci” mettono in prima fila i saperi, le buone pratiche delle risorse umane facendo squadra tra preside, docenti, tecnici e allievi. Un mix di lungimiranza che guarda alla vita, coinvolgendo le famiglie con una motivazione forte, riassunta in una massima riportata nella brochure su “offerta formativa e di orientamento” davvero efficace. Eccola: ”Non basta mandare i figli a scuola, bisogna accompagnarli sulla via degli studi, bisogna costruire giorno per giorno in essi la consapevolezza che a scuola si va non per conquistare un titolo, ma per prepararsi alla vita”. Concetto chiaro che i ragazzi devono tenere ben presente, anche quando entrano nelle aziende per un periodo di alternanza. Ragazzi e ragazze di oggi e uomini e donne di domani per un Paese che ha bisogno di forze nuove, preparate e motivate. E per farlo occorre iscriversi in una Scuola dove motivazione, ”qualità” e offerta formativa sono incentivanti e che riserva attenzione al benessere psico fisico dei ragazzi con le attività di palestra, biblioteca e di uno sportello di ascolto dedicato ”Centro di ascolto e consulenza (C.I.C)” rivolto ad allievi, famiglie, docenti e personale A.T.A .Open day anche nei festivi e prefestivi il 19 gennaio ,dalle 10.30 alle 12.30 e sabato 25 gennaio dalle 16.30 alle 19.30. Per iscrivervi c’è tempo fino al 31 gennaio prossimo www.iismorra.gov.it