Giovedì 10 settembre 2020 dalle ore 18 in piazza Vittorio Veneto a Matera presso l’area antistante il cineteatro Comunale “Gerardo Guerrieri” è in programma la manifestazione organizzata da Fials Matera per la chiusura momentanea della petizione “La Sanità Materana non si tocca!”.

Fials Matera in una nota ricorda che” la protesta è partita nel mese di luglio 2020 dopo gli annunci dell’assessore alla Salute Rocco Luigi Leone con cui dichiarava di aver predisposto una legge regionale di riorganizzazione del servizio sanitario regionale che accorpa tutti gli ospedali in un’unica azienda ospedaliera con sede a Potenza, relegando di fatto la sanità materana a ruolo marginale di comparsa.

Alla manifestazione parteciperanno le associazioni che hanno sostenuto la petizione in prima linea: l’Associazione Infrastrutture, Servizi e Mobilità del Materano” con la quale condividiamo diversi progetti, Associazione Azioni Disabili di Marziolino Muscatiello, il Coordinamento Socio Sanitario del CSV Matera, APS ADAMO uomini e padri separati, Genitori h24 e altre associazioni cittadine.

Ci aspettiamo la partecipazione dei 5 candidati sindaco che hanno dato formale adesione all’iniziativa durante l’incontro del 6 settembre 2020: Luca Braia, Domenico Bennardi, Pasquale Doria, Giovanni Schiuma e Nicola Trombetta.

Invitiamo i cittadini materani a partecipare ed estendiamo l’invito a tutti i cittadini della provincia di Matera e a tutti i sindaci dei Comuni del Materano.

Intanto dobbiamo registrare che nei giorni scorsi l’assessore regionale Rocco Leone durante un comizio elettorale a Tursi ha ribadito la bontà della sua proposta di legge mettendola al centro della sua azione di governo, smentendo di fatto tutti gli altri esponenti della maggioranza di governo regionale e del suo partito che nel tempo avevano fatto dichiarazioni in netto contrasto.

Durante il comizio l’assessore regionale Rocco Leone si è scagliato contro il sindaco uscente Salvatore Cosma reo di aver ospitato e sostenuto la nostra protesta, usando termini e modi inadeguati per un rappresentante delle istituzioni. Ricordiamo che ha definito i rappresentanti della Fials Matera “certi soggetti”.

A Salvatore Cosma va tutta la nostra solidarietà per il coraggio mostrato a difesa della sua comunità e lo invitiamo ufficialmente alla manifestazione del prossimo 10 settembre a Matera.”