Lavori affidati di messa in sicurezza, adeguamento della carreggiata e realizzazione anche di un viadotto per bypassare i tratti pericolosi della strada provinciale 271, che collega le province di Matera e Bari dall’innesto con la vecchia statale Appia all’ingresso della Città dei Sassi fino a Santeramo in Colle (Bari) . Ad annunciarlo il presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, e con un investimento complessivo ( Iva e oneri compresi) di tre milioni di euro. Durata degli interventi,affidati alla Dalmar di Pistcci , un anno, su progetto degli uffici tecnici della Provincia. l’Un progetto atteso e non più rinviabile. Pericolosa, angusta e con tutti i limiti di una strada progettata nella seconda metà del secolo scorso , su un tracciato che andava bene quando a transitare erano mezzi agricoli e braccianti: da Matera a Santeramo in Colle all’incrocia con la strada per ” Murgia Catena ” che porta ad Altamura. Ma ora, e non da oggi, la presenza di un’area industriale che appartiene a tre Comuni-come quella di Jesce- e un traffico intenso di tir e veicoli di ogni dimensione e cilindrata, impone che dal versante pugliese ci sia la stessa attenzione. L’intervento della Provincia di Matera, come è logico che sia, arriva al limite delle due province a ridosso di un pericoloso incrocio con rotatoria dal fondo dissestato, che è in territorio pugliese. E lì dopo il rettilineo che delimita l’area industriale cominciano tornanti e curve a gomito, che con il maltempo, nebbia , neve e ghiaccio costituiscono un grave problema di sicurezza. E’ auspicabile che il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Ventola, insieme ai sindaci della zona, affrontino la questione adeguamento un’arteria importante per la viabilità comprensoriale.C’è poi un progetto ormai trentennale nel cassetto, che è l’itinerario ”bradanico salentino” e che consentirebbe di tagliare la testa al toro. Ma è nel cassetto in attesa che qualcuno lo riapra. Nel frattempo, tornando sul versante materano, è opportuno che si faccia qualcosa per sistemare l’incrocio davvero pericoloso sulla statale ”Appia” diretto alla Sp 271 e a Laterza, in direzione Italcementi e Parco della Murgia. Al dinamico presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese, il compito -insieme alla capace struttura tecnica- di ripiegarsi(frase fatta) sull’annoso problema. Come fatto per il polivalente di Pisticci,le cui vicende risalgono alla giunta guidata dall’ex presidente dell’Ente Rocco Grieco.


I DUE INTERVENTI DELIBERATI DALLA PROVINCIA

PROVINCIA DI MATERA
UFFICIO DI PRESIDENZA

COMUNICATO STAMPA

Un doppio intervento è stato contrattualizzato dalla Provincia di Matera lo scorso 12 agosto 2019. Nell’ambito del FSC 2014-2020 “Patto per lo sviluppo della regione Basilicata”, partiranno i lavori di messa in sicurezza della S.P. 271 “Matera- Santeramo”, a partire dal Km. 2+500 fino al limite di provincia. L’importo dell’intervento è di tre milioni di euro.
Il secondo intervento riguarda il completamento del Polivalente di Marconia do Pisticci, sede dell’Istituto alberghiero. L’importo per questi lavori è di 4.700.000,00 euro.
Per entrambi gli interventi, i tempi di ultimazione dei lavori sono fissati alla fine del 2020.