La dottoressa Antonella Bellomo, Prefetta di Matera, ha oggi visitato la comunità sanmaurese. Questa è stata la prima occasione in cui ha potuto incontrare e conoscere in modo sufficientemente approfondito questa realtà della collina materana. Infatti, sebbene sia dal 2 febbraio 2015 a capo della Prefettura di Matera,  a San Mauro Forte ci è stata solo in un’altra occasione, il 1° settembre scorso, di sera e per assistere al recital di Ulderico Pesce sullo “sciopero del ’40”.

Giunta in paese nella tarda mattina alla illustre ospite sono stati mostrati taluni gioielli di questo borgo, come la Torre normanna (appena restaurata) e l’adiacente Museo Parrocchiale, ricavato anch’esso recentemente nei sotterranei della Chiesa Madre (nel pomeriggio, prima di lasciare il paese è stata poi la volta della visita al Museo realizzato dai proprietari di Palazzo Bitonti che è diventato centro di iniziative culturali).

Vistita Prefetto SMF museo chiesa

Subito dopo la dottoressa Bellomo si è recata nel plesso dell’Istituto comprensivo dove ha incontrato le scolaresche, i docenti e il dirigente scolastico Luigi Iuvone.

Visita prefetto a san mauro forte

Quindi, a seguire, nel salone di Palazzo Arcieri (ex sede municipale, ex sede della Pretura e dell’Ufficio del Giudice di Pace) la Prefetta ha incontrato una rappresentanza del mondo produttivo e dell’associazionismo locale. Nell’occasione è stato sottoscritto tra queste ultime e il Comune un protocollo teso alla costituzione di un “forum permanente” delle associazioni presenti sul territorio per meglio interloquire  con le istituzioni ai vari livelli.

La giornata si è conclusa nel palazzo municipale con un incontro con i dipendenti comunali in cui la dottoressa Bellomo ha manifestato tutto il suo apprezzamento per questa comunità, così come ha avuto modo di conoscerla nei due incontri avuti in precedenza.

Non ha mancato di avere parole di incoraggiamento per il lavoro svolto dai pubblici dipendenti al servizio della comunità, pur nelle innumerevoli difficoltà dovute allo spopolamento e a tutte le conseguenze negative che ne derivano.

A fare gli onori di casa il Commissario Straordinario Francesco D’Alessio che regge il comune dall’aprile scorso (dopo le dimissioni del Sindaco in carica e il conseguente scioglimento del Consiglio Comunale).