Prosegue il cartellone delle grandi produzioni della Camerata delle Arti che il 20 agosto  alle 21 metterà in scena all’ex Ospedale San Rocco La Bohème di Giacomo Puccini.
“Un classico dell’opera e in particolare dello straordinario genio del compositore toscano – spiega il direttore artistico Francesco Zingariello – segnerà un altro tassello delle nostre produzioni che puntano a unire qualità e valore dei luoghi della città”.
In scena, con la regia di Francesco Locantore,  ci saranno Francesco Paolo Panni, Saverio Sangiacomo, Daniela Esposito, Elena Finelli.
Maria Grazia Zingariello, trait d’union della narrazione che con la sua interpretazione riesce a dar vita ai ricordi ed alla vita del grande compositore attraverso la voce di Elvira Bonturi, moglie di Giacomo Puccini che è interpretato da Giovanni Marsico al pianoforte.
La Bohème, tratta dal romanzo d’appendice “Scènes de la vie de bohème” di Henri Murger  fu rappresentata per la prima volta nel 1896 al teatro Regio di Torino diretta da un giovanissimo Arturo Toscanini.
“Abbiamo creato un nuovo spettacolo ad hoc – spiega infine Francesco Zingariello –  nel totale rispetto della normativa in vigore relativa all’emergenza sanitaria Covid 19, un nuovo modo di produrre l’opera con una selezione del grande capolavoro pucciniano in forma scenica, rivista attraverso la scrittura di un copione nato appositamente per l’occasione”.