L’ AMOlp chiede interventi degli Organi di vigilanza a tutela dei medici minacciati

Sono sempre più numerosi gli atti d’intimidazione e minacce nei confronti dei medici impegnati nella campagna vaccinale. A segnalarlo è l’Associazione Medici ed Odontoiatri liberi professionisti (AMOlp), che esprime piena solidarietà ai colleghi che dall’inizio della pandemia, sono in prima linea nella lotta al Covid 19.

L’ intensificarsi delle minacce che ci vengono segnalate e che raccogliamo – si sottolinea con una nota a firma della dott.ssa Loredana Costabile – medico chirurgo specialista in ginecologia e ostetricia -Vicepresidente AMOlp- desta molta preoccupazione .

È di questi giorni la dichiarazione riportata sulla sua pagina Facebook di un medico di medicina generale, esercitante anche la professione di ginecologa a Roma, che denuncia di aver subito intimidazioni minacce e auguri di morte proprio a causa del suo impegno nella campagna vaccinale.

AMOlp è vicina a tutti i colleghi impegnati da mesi nella gravosa, ardua e meritoria campagna vaccinale, unica vera arma a tutt’oggi, per contrastare concretamente la diffusione del Covid.

Condanna qualsiasi forma d’intolleranza e intimidazione nei confronti dei colleghi vaccinatori e di tutta la categoria medica. Pur nel rispetto della libertà individuale e nella piena consapevolezza che non sussiste obbligo vaccinale, i medici si impegnano quotidianamente per sensibilizzare la popolazione sulla opportunità del vaccino sia per il bene del singolo che della collettività intera.

AMOlp auspica con fermezza che gli organi di vigilanza competenti si adoperino nel contrastare questi vergognosi atti di intolleranza e nell’individuare i responsabili. AMOlp, è e sarà sempre al fianco dei medici, a tutela dell’immagine della dignità e della incolumità di tutta la categoria”.

 

Related posts

Rispondi