“Viste tutte le misure restrittive e di contenimento del contagio che si applicano in Zona rossa dettata dall’ordinanza n.13 del 06.04.2021, considerato l’andamento dei contagi che stiamo riscontrando nelle ultime settimane, credo che sia opportuno sottoporre la mia comunità ad uno screening di massa.”

E’ quanto dichiara Francesco Mancini Sindaco di Pomarico a tutela della propria comunità in cui si sta registrando da giorni una accentuazione del contagio da covid19.

“Faccio appello al Presidente della Regione e dall’assessore alla Sanità –aggiunge il primo cittadino- in un pronto riscontro alla mia richiesta protocollata in data di ieri 07.04.2021.

Purtroppo, nonostante Pomarico si trovi in Zona rossa localizzata, visto l’ultimo DPCM che vieta ai sindaci e al Presidente della Regione di poter andare in deroga alle direttive nazionali, non ho potuto emettere alcuna ordinanza di chiusura delle scuole in ogni ordine e grado.

Credo che sia opportuno e fondamentale effettuare una campagna ampia di tamponi molecolari da parte delle Asl regionali su tutta la nostra comunità.

Chiedo che per Pomarico sia riservato lo stesso trattamento di screening di massa che è stato riservato a tutti gli altri comuni che purtroppo come Pomarico sono dovuti entrare in Zona rossa per cercare di arginare il contagio al Covid-19.

Solo in questo modo riusciremmo a circoscrivere definitivamente questo maledetto virus.”