Un nuovo sopralluogo della Asm, che ha verificato la sussistenza dei requisiti igienico sanitari per la quarantena di 12 migranti covid positivi,ospitati in un immobile dislocato lungo la statale 106, nel territorio di Bernalda, e la decisione conseguenziale del Prefetto di Matera Rinaldo Argentieri, che supera l’ordinanza di sgombero emessa dal sindaco di Bernalda Domenico Tataranno. I 12 migranti, trasferiti temporaneamente da un centro di accoglienza di Pisticci, resteranno nell’attuale sede finchè non torneranno negativi alla esposizione da covid 19.

IL COMUNICATO STAMPA DELLA PREFETTURA

I dodici richiedenti asilo positivi al Covid-19, trasferiti nei giorni scorsi dal centro di accoglienza di Pisticci in un immobile sito in Comune di Bernalda, resteranno a Bernalda fino a quando non sarà accertata la loro negatività.
Lo ha deciso, superando l’ordinanza di sgombero emanata dal sindaco di Bernalda, il Prefetto Rinaldo Argentieri all’esito di un nuovo sopralluogo effettuato questo pomeriggio dall’ASM, nel corso del quale è stata accertata la presenza nella struttura dei necessari requisiti igienico sanitari.
Il trasferimento a Bernalda si era reso necessario per garantire l’isolamento dei migranti positivi nei confronti degli altri ospiti del centro di accoglienza di Pisticci e della comunità locale, condizione che è garantite nella sistemazione individuata a Bernalda.
La struttura di Bernalda ha carattere del tutto temporaneo e resterà attiva soltanto per il tempo strettamente necessario affinché tutti gli attuali ospiti tornino negativi e facciano rientro nel centro di accoglienza di Pisticci.

Matera, 8 dicembre 2020