Per una volta scantoniamo dagli anglicismi in omaggio alle delegazioni straniere che saranno a Matera, il 28 e il 29 giugno, per il G20 vertice dei ministri degli esteri. Il colpo d’occhio delle bandiere ”rinnovate” sulla facciata del convento di Santa Lucia, in piazza Vittorio Veneto, e sede della Fondazione ” Matera- Basilicata 2019” merita di essere citato. Senza nulla togliere al cerimoniale del G20 l’imbandierata in centro è un segno di vitalità e del ruolo che Matera ”città internazionale” è il biglietto da visita (non lo dimentichino i suonatori dei campanili a martello…) dell’offerta turistica della Basilicata nel mondo. A cercare il pelo nell’uovo la bandiera di qualche Stato mancherà. Ma si può sempre provvedere, magari con una giornata della bandiera (flag day) e dell’amicizia tra i popoli. Da cosa può nascere cosa anche con le bandiere di Stati del territorio italiano che ancora non garriscono tra piazza Vittorio Veneto e il cornicione di via La Vista. Al ”traghettatore” Giovanni Oliva, che guida in questa fase la Fondazione, il compito di provvedere…