Una anteprima a fine luglio in vista della visita, saltata del ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, in occasione dell’intesa tra Matera e Trento nel solco di Alcide De Gasperi, e poi per la fontana dell’Amore di via Muro sono ritornati gli imballaggi con la ripresa di considerazioni e polemiche. L’allacciamento alla rete idrica era cosa da poco, ma la situazione non è cambiata. Turisti e guide, a metà della scalinata resa celebre da Pier Paolo Pasolini con il Vangelo Secondo Matteo e da Mel Gibson con The Passion, si chiedono, si interrogano e rinviano tutto a dopo ferragosto. Quando? Ma dopo la ripresa dell’attività amministrativa, naturalmente. Nel frattempo, magra consolazione, abbiamo risparmiato tanti ettolitri di acqua. E vorremmo che si facesse altrettanto per le varie fontane in ghisa o marmo dai meccanismi usurati o malfunzionanti che meritano, da anni, un minimo di attenzione. Giriamo la segnalazione ai candidati sindaci della futura amministrazione comunale di Matera.

Una foto del come sarà