Siamo tutti orfani,e da due anni del programma completo della festa in onore della nostra Patrona Maria Santissima della Bruna. Colpa della pandemia da covid 19 e di quell’assenza di sicurezze che, con l’apporto di un numero sufficiente di vaccini, dovrebbe portare all’immunità di gregge. Per la verità le greggi nella tradizione della Festa ci sarebbe con quello che rappresenta la processione del mattino, detta dei ”pastori”. Ma non è il caso di scherzare. Per quest’anno dovremo aspettare, ma con fiducia, perchè l’Associazione ” Maria Santissima della Bruna” guidata da Bruno Caiella sta lavorando e a breve conosceremo quello che potrà bollire in pentola. E,intanto, i concittadini come Antonio Serravezza e altri che si guardano intorno speranzosi invitano a ”esserci”, a ”pensare positivo”, pur sapendo che non potranno esserci assembramenti. Perchè allora – propone- non pensare a posizionare, ma ben distanziate, sedie lungo il percorso ideale del 2 Luglio. Tutto da verificare e autorizzare, naturalmente…E, comunque, ancora un po’ di pazienza. La Madonna della Bruna comprende.


E’ IN ARRIVO L’ESTATE SENZA LA BRUNA PENSIAMO COMUNQUE POSITIVO

Ormai l’aria è tiepida e si intravede la bella stagione che ci fa vivere maggiormente all’aria aperta. Cosa possiamo fare e come comportarci dopo tanti mesi rimasti chiusi? Sono pochi ancora coloro che hanno ricevuto anche la seconda dose del vaccino anti Covid ma credo che per fine giugno, se la vaccinazioni continuano a ritmo continuo, dovremmo raggiungere l’immunità di gregge.

La nostra vita continuerà con un po’ di libertà ma sempre mantenendo le disposizioni di distanza tra le persone e la mascherina.

Per ordinanza del Sindaco anche quest’anno non si svolgerà per il secondo anno l’importante festa della Bruna che iniziava dal 29 giugno, SS. Pietro e Paolo, giorno in cui la cittadinanza affluiva verso il rione Piccianello per ammirare nella Fabbrica del Carro il nuovo manufatto in carta pesta che doveva portare in trionfo la statua della Madonna della Bruna dalla chiesa della SS. Annunziata alla Cattedrale.

Non è ancora chiaro ma dovrebbero svolgersi solo le funzioni religiose con un programma che dovrebbe essere similare a quello dello scorso 2020.

Ma pensiamo e agiamo con positività e il gruppo social Sei di Matera se…lancia un’idea. Organizziamoci, in sicurezza e con regole precise, per ricordarci che comunque sono giorni di festa. Riempiamo Piazza Vittorio Veneto. Come? Ognuno di noi dovrà portarsi una sedia da casa da posizionare lungo un perimetro contrassegnato da linee per mantenere le distanze interpersonali e proveremo organizzare con i musicisti, cantanti e attori locali uno spettacolo che ci faccia dimenticare per qualche ora questo periodo di sofferenze. Spero di ricevere poche critiche, in qualche maniera dobbiamo reagire e riprenderci la nostra vita. Sempre che le autorità autorizzino!