Un commento, quello di Nicola Locuratolo, sul completamento della linea ferroviaria Ferrandina-Matera La Martella e sulle tre ipotesi di prolungamento, che riapre pagine su indicazioni e aspettative su scelte possibili e funzionali. ”Ignorate” e messe da parte secondo Locuratolo, che commenta la nota del sindaco Domenico Bennardi sull’arrivo della ferrovia per il 2026. Il riferimento è alla ”lunetta” di Ferrandina – l’accesso da Salandra alla galleria di Miglionico- e il coinvolgimento dei Comuni murgiani. Aspetti tecnici da affrontare in sede tecnica ma che meriterebbero, e su questo siamo d’accordo, anche in sede politica. Il problema di fondo è la memoria di vicende e proposte che nè il sindaco di Matera, nè altri nuovi arrivati possono avere. Argomenti da tenere in considerazione, visto che il cantiere per completare la Ferrandina Matera dovrebbe partire nel 2023, dopo l’espletamento dell’appalto. E per il prolungamento se ne riparlerà dopo il 2026.

Quale delusione più grande ? H4..11

Leggo su giornalemio la lettera del sindaco Bennardi:

…E finalmente la Ferrovia a Matera entro il 2026

E che dice ? niente di nuovo,il collegamento con binario unico Matera-Ferrandina e lascia in””ombra”tutto il resto!?

È il niente! È il portare al futuro ogni altro discorso,…al 2026,ancora un’altro lustro,
un quinquennio ,altri interminabili cinque anni per decidere .

E vai … ancora il treno è fermo ad aspettare il futuro… .

L’occasione comunque è stata buona per l’uno(il sindaco di Matera)e per l’altra (la Commissaria Fiorani), entrambi hanno colto l’occasione di apparire sulla scena del delitto senza “quagliare “niente!

1)E niente si dice ,sia pure per cenno ,sulla “lunetta”di Ferrandina è cioè dell’accesso da Salandra alla galleria Miglionico;e’ questo il dato più interessante per il FrecciaRossa ,l’Alta Velocità verso Matera;
2) Nessun cenno sul prolungamento della Ferrovia Ferrandina-Matera verso Gravina di Puglia,come richiesto dai comuni Pugliesi dell’Alta Mugia ,per raggiungere l’Adriatico pur con il ripristino in atto della linea Barletta-Spinazzola-Gioia del Colle;
3) Nessun cenno alla opportunità di scaricare su questa linea almeno parte del traffico intermodale collegato alla ZES di Ferrandina-Pisticci(area retro-portuale di Taranto).

Ne parleremo nei prossimi cinque anni ed al …futuro !
Ma io forse,non ci potrò più essere !