Meglio tardi che mai, verrebbe da dire. Finalmente anche nel Consiglio Comunale di Matera, dopo mesi di assordante silenzio da parte dell’amministrazione e dell’opposizione, forse si discuterà della vergognosa vicenda della distruzione della Pista ciclo/pedonale di contrada Pantano.

Era l’unica pista rimasta in città, inaugurata pochi anni prima, costata circa 250 mila euro di danaro pubblico  e frequentatissima dai cittadini materani che amano correre o andare in bicicletta.

Una struttura sportiva che da metà gennaio è stata – in modo scellerato- mandata al macero sotto le gomme degli automezzi che oramai ci passano sopra e la stanno riducendo in polvere, essendo stato autorizzato il doppio senso di marcia là dove c’era un senso unico.

Nel mentre sarebbe bastato semplicemente invertirlo quel senso unico, per risolvere a regime la deviazione del traffico in quei pochissimi giorni in cui c’erano delle manifestazioni alla Cava del sole. Motivo -invece- usato come pretesto per la distruzione di questa pista che forse dava fastidio a qualcuno.

Una distruzione operata, per altro, con atti amministrativi in contrasto fra loro. Infatti, la giunta comunale (con delibera n.511/2018) stabiliva una cosa: aprire il doppio senso in quel tratto di strada SOLO nei giorni delle manifestazioni alla Cava del sole. Mentre, il Settore di Polizia Locale ne faceva un’altra: con determina dirigenziale  n.21 del 14/01/2018 ha attuato il doppio senso di circolazione in modo permanente.

E’ evidente che trattasi, quest’ultimo, di un atto irregolare, considerato che non rispetta l’indirizzo ricevuto, a cui -invece- si sarebbe dovuto attenere.

Ma nessuno se ne è mai lamentato. Nessuno ne ha mai chiesto la revoca. Sindaco e assessori, nonostante la incongruenza sia stata da subito e innumerevoli volte denunciata pubblicamente, sono rimasti muti: non vedo, non sento, non parlo! (https://giornalemio.it/cronaca/matera-e-la-pista-non-ce-piu-ma-i-podisti-perseverano/)

De Ruggieri, scenda in pista, si rispetti la delibera di Giunta 511/2018

Una vicenda di mala amministrazione in cui una opposizione degna di questo nome si sarebbe dovuta tuffare a capofitto, tenuto conto della palese incongruenza degli atti e del danno (anche erariale) che si stava (si sta) consumando a danno della collettività.

Ora, dopo otto mesi dall’accaduto, il consigliere Augusto Toto (che avevamo personalmente sollecitato sul tema l’8 giugno scorso) ha presentato una interrogazione che pubblichiamo a seguire integralmente.

Siamo curiosi di ascoltare la risposta del Sindaco.

Quella che lui e i suoi assessori non hanno mai voluto dare a Giornalemio.it e a tutti quei cittadini che hanno lamentato l’accaduto e sono rimasti danneggiati da questa mala amministrazione. Prima perchè privati di una struttura sportiva e poi per aver visto buttato al macero i soldi pubblici usati per costruirla solo pochi anni prima. Senza un valido motivo, senza atti amministrativi corretti.

Sindaco e assessori che si sciacquano la bocca, facendo passerelle, quando parlano di sport e di mobilità sostenibile, nel mentre distruggono quel poco che c’era.

Ribadiamo nell’occasione-sperando che qualcuno se ne faccia carico- quanto sia opportuno che la Pista ciclo/pedonale di Pantano venga -non solo urgentemente ripristinata- ma prolungata sino a Borgo Venusio.

 

Al Signor Sindaco del Comune di Matera
Al Presidente del Consiglio Comunale
Al Segretario Generale

Matera, 13 settembre 2019

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA/ORALE.

Oggetto: riapertura della strada comunale di Contrada Pantano al doppio senso di circolazione in occasione degli eventi programmati presso la Cava del Sole nell’ambito di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 quali determinazioni per ripristinare la pista ciclabile e podistica in Contrada Pantano.

Premesso che
• nell’ambito del 4° piano di interventi per l’attuazione della mobilità ciclistica di cui al D.G.R. Basilicata n. 753/2008, con determinazione dirigenziale del Settore OO.PP. n. 124 del 10/03/2011 veniva approvato il progetto esecutivo relativo ai lavori di realizzazione di una pista ciclabile in località “Pantano”;
• i lavori di cui sopra venivano appaltati e realizzati nel 2012;
• con nota del Compartimento Polizia Stradale per la Campania e la Basilicata – Sezione di Matera, prot. 11882 rep. 220.6 del 29/11/2018, veniva evidenziata che la strada comunale di “Contrada Pantano” risultava l’unico itinerario alternativo di breve ed agile collegamento tra la SS. 99 e la SS. 7 in vista degli eventi che si sarebbero dovuti realizzare presso la “Cava del Sole”, sita sulla SS. 7, nell’ambito di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e pertanto si invitava l’Amministrazione Comunale a valutare la soluzione più idonea per agevolare la praticabilità del percorso alternativo della strada comunale “Contrada Pantano”;
• con nota del Dirigente Polizia Locale Prot.Gen. n.0092471 del 03.12.2018, indirizzata al Dirigente OO.PP., si evidenziava che la strada comunale “Contrada Pantano” risultava essere a senso unico di marcia per la presenza di una pista ciclabile e podistica che inibiva il transito veicolare in direzione SS. 99;
• con la stessa nota si affermava che si rendeva necessario rendere il tratto di strada in questione percorribile in entrambi i sensi di marcia in concomitanza degli eventi programmati presso la “Cava del Sole”, adottando gli opportuni interventi affinché la citata strada comunale potesse rientrare nel piano della viabilità ogni qualvolta si rendesse necessario vietare la circolazione sulla SS. 7 in occasione dei predetti eventi;
• con delibera di Giunta Comunale n. 511 del giorno 28/12/2018 veniva disposta la riapertura della strada comunale di “Contrada Pantano” al doppio senso di circolazione in occasione degli eventi programmati presso la “Cava del Sole”, sita sulla SS. 7, nell’ambito di Matera Capitale Europea della Cultura 2019;
• con l’ordinanza del Dirigente di Polizia Locale n.21/2019 del 10/01/2019 veniva istituito il doppio senso di circolazione con limitazione della velocità in Km/h di 50 sulla strada comunale di C.da Pantano, nel tratto compreso tra l’autoparco e la S.P. 42.

Considerato che
• dagli atti prodotti dall’Amministrazione Comunali sembrerebbe che l’istituzione del doppio senso di circolazione sulla strada comunale di Contrada Pantano nel tratto compreso tra l’Autoparco e la S.P. 42 (precisamente località c.da Rondinelle ) doveva avvenire solo in occasione degli eventi programmati presso la Cava del Sole, nell’ambito di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e non come si è verificato e si verifica tutt’ora in modo stabile;

IL SOTTSOCRITTO
Consigliere Comunale

INTERROGA
Il Signor Sindaco,

• Per conoscere i motivi per il quale l’istituzione del doppio senso di circolazione, sulla strada comunale di C.da Pantano nel tratto compreso tra l’Autoparco e la S.P. 42, previsto solo in occasione degli eventi programmati per Matera Capitale della Cultura 2019 presso la Cava del Sole, ( giusta delibera di G.C. n. 511 del giorno 28/12/2018 e determina dirigenziale Settore Polizia Locale n.21 del 14/01/2018) si è trasformato in un doppio senso di circolazione permanente;
• Per sapere se è intenzione di questa Amministrazione Comunale, vista la carenza di piste ciclabili nella nostra città, ripristinare un percorso protetto o comunque riservato alle biciclette ed ai podisti sulla strada di C.da Pantano;

Il Consigliere Comunale
Augusto TOTO