venerdì, 24 Maggio , 2024
HomeCronacaDi Bello: “IT-Alert, nuova frontiera nei casi di gravi emergenze”

Di Bello: “IT-Alert, nuova frontiera nei casi di gravi emergenze”

La sperimentazione del sistema IT-Alert, in Basilicata, è andata come speravamo. Lo scopo principale era quello di far conoscere lo strumento ai lucani e di rendere identificabile e familiare il messaggio. Attraverso le sale operative della protezione civile, delle prefetture e delle forze dell’ordine, non abbiamo registrato situazioni di preoccupazione proprio perché, grazie alla campagna di comunicazione portata avanti nelle ultime settimane, tutte le categorie di cittadini sono state informate riguardo all’appuntamento programmato nella nostra regione”. È quanto dichiara Giovanni Di Bello, dirigente regionale della Protezione civile dopo che oggi è stato testato l’invio del primo messaggio di IT-Alert sui cellulari dei lucani.  Ma aggiunge “Non tutti i cellulari sono stati raggiunti dal messaggio di allerta nello stesso istante, ma questo dipende da molti fattori tecnici e la fase legata al test serve proprio a correggere le anomalie per arrivare preparati al mese di febbraio 2024, quando il sistema di allarme pubblico diventerà operativo e aprirà una nuova frontiera in occasione di eventuali gravi emergenze imminenti o in corso. Quelli preparatori sono stati giorni di particolare impegno per la protezione civile regionale, ma queste sfide si vincono insieme. Pertanto, desidero ringraziare per la preziosa collaborazione la Presidenza della Giunta regionale, il dipartimento nazionale della Protezione civile, le prefetture di Potenza e Matera, le forze dell’ordine, i sindaci, il mondo della scuola, le aziende sanitarie, i volontari della protezione civile, i referenti degli ordini professionali e tutti gli altri soggetti che, a vario titolo, hanno contribuito alla riuscita della sperimentazione”.

Vito Bubbico
Vito Bubbico
Iscritto all'albo dei giornalisti della Basilicata.
RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti