mercoledì, 28 Settembre , 2022
HomeCronacaDentista ''abusivo'' denunciato a Matera dalla Polizia

Dentista ”abusivo” denunciato a Matera dalla Polizia

Non è la prima volta che accade.Una persona di 74 anni di Matera aveva solo il titolo di igienista dentale ma nel suo studio della Città dei Sassi effettuava prestazioni che spettano ai medici odontoiatri: diagnosi, prescrizioni di farmaci e di analisi radiografiche, estrazioni di denti, cure di carie e interventi con somministrazione di anestetici. La Squadra Mobile della Questura di Matera lo ha scoperto e avviato le indagini, dopo aver ricevuto una segnalazione,e tenuto d’occhio quella attività per quattro mesi mettendo fino all’esercizio abusivo della professioni e sequestrando le attrezzature. Per il giudice per le indagini preliminari ,che ha denunciato il falso dentista, c’è il rischio di reiterazione del reato. L’Andi in più occasioni è intervenuta sull’argomento, mettendo in guardia i cittadini dall’affidarsi a falsi dentisti. E del resto, come riporta una delle tante locandine sull’argomento, un ”camice non fa un medico”.

LA NOTA DELLA POLIZIA DI STATO
Polizia di Stato denuncia un falso dentista e ne sequestra lo studio
A seguito di una articolata attività investigativa, la Polizia di Stato di Matera ha denunciato un 74enne materano. Il reato ipotizzato nei suoi confronti è di esercizio abusivo della professione dentistica.
A seguito di un esposto pervenuto in Questura, gli Agenti della Squadra Mobile hanno effettuato dei servizi di appostamento e di osservazione notando un sospetto afflusso di persone presso uno studio dentistico situato in questo capoluogo.
Secondo quanto accertato dagli investigatori, anche dopo aver ascoltato i clienti dello studio, questi avrebbero ricevuto dall’indagato prestazioni di tipo diagnostico, prescrizioni di farmaci e di analisi radiografiche, estrazioni di denti, cure di carie e interventi con somministrazione di anestetici.
L’indagato, che era in possesso del solo titolo di igienista dentale, avrebbe quindi abusivamente posto in essere prestazioni di tipo medico/odontoiatra, per le quali è necessaria una speciale abilitazione dello Stato, nei confronti dei pazienti, molti dei quali erano convinti di essere stati curati da un vero dentista.
Le condotte contestate all’indagato riguardano fatti che sarebbero stati commessi dal mese di dicembre 2021 ad aprile 2022.
Al fine di evitare la reiterazione dei reati, con gravi pericoli per la salute dei pazienti, gli Agenti hanno eseguito il provvedimento del Giudice per le indagini Preliminari presso il Tribunale di Matera, che ha disposto il sequestro preventivo dello studio dentistico e delle attrezzature professionali ivi contenute.

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti