mercoledì, 28 Settembre , 2022
HomeCronacaDe Luca, a quanto pare, si è deciso...Prepariamo tavolo e mozzarelle

De Luca, a quanto pare, si è deciso…Prepariamo tavolo e mozzarelle

E allora l’evento fa festeggiato a una certa maniera . Accanto a una bottiglia d’acqua un bel piatto di mozzarelle di bufala ci sta tutto per cominciare un confronto il 17 settembre a Napoli tra il presidente della giunta regionale campana, Vincenzo De Luca, e assessori, dirigenti e quanti vorranno dare risposte sulla vicenda e sullo stato di crisi del comparto bufalino nel comprensorio di Caserta. La dichiarazione rilasciata all’Ansa da Stefano Graziano (Pd) candidato alle prossime polemiche sembra aver aperto uno spiraglio sulla questione. Nel frattempo il programma della protesta va avanti con i trattori in piazza e la manifestazione annunciata. Coordinamento bufalino e Gianni Fabbris pronti al confronto, anche a puntate se occorre, vista la complessità dell’argomento. Si prevedono caffè, ricce, sfogliate e babà per addolcire un argomento intriso di tanta rabbia, pazienza e impazienza. Le bufale, intanto, continuano a muggire…


Dalla Regione buoni segnali. Se saremo invitati ci saremo con l’unico obiettivo di risolvere i problemi

approfondisci tutti i comunicati del 12 settembre: https://altragricoltura.net/coordinamento-bufale/12-settembre-al-lavoro-per-aprire-il-confronto-da-domani-i-primi-cento-km-di-corteo/#venti

Nel pomeriggio di oggi 12 settembre abbiamo appreso atto da una agenzia ANSA delle dichiarazioni di Stefano Graziano (candidato per il PD alle prossime elezioni politiche) che il Presidente De Luca ha dichiarato l’intenzione di incontrare le organizzazioni degli allevatori per sabato prossimo 17 settembre a Santa Lucia nella sede della Presidenza Regionale e che, in quella occasione, incontrerebbe una delegazione del Coordinamento Unitario in Difesa del Patrimonio Bufalino e di Sindaci dell’Area cluster.

“Se questo avverrà sarà certamente un segnale positivo per sbloccare una vertenza da troppo tempo bloccata e, dunque, saremo presenti con l’obiettivo di cogliere il miglior risultato possibile negli interessi delle istituzioni regionali, degli allevatori e del territorio” ha dichiarato Gianni Fabbris registrando il parere dell’Assemblea degli allevatori convocatasi presso Borgo Appio per valutare la situazione e assumere le decisioni, come previsto, in ordine alla mobilitazione in corso dal titolo “#teladiamonoilacampagnaelettorale”.

Fabbris ha, anche, dato conto di contatti per avere chiarimenti sulle loro dichiarazioni con Stefano Graziano e con Giovanni Zannini che nei giorni scorsi avevano già annunciato una loro iniziativa per facilitare l’apertura di una fase di ascolto fra la Regione Campania e il Movimento degli allevatori in mobilitazione da mesi.

“Diamo atto a Zannini ed a Graziano della loro iniziativa, li ringraziamo e li incoraggiamo, ancora una volta, a proseguire nel percorso avendo a cuore un solo obiettivo: quello di instaurare le migliori condizioni per un confronto non più rinviabile e indispensabile per fare in modo che il Piano della Regione riesca, finalmente. a garantire l’efficacia dell’obiettivo di eradicare le zoonosi coniugandolo con quelli della tutela del comparto e della salute dei cittadini” ha sostenuto Fabbris in assemblea ricevendo il mandato pieno a prendere contatti con la Presidenza della Regione per verificare le migliori condizioni per l’incontro.” Ribadisce Fabbris: “Incontro che deve avere a tema la possibilità di risolvere eventuali incomprensioni e creare le condizioni per un vero tavolo di lavoro che abbia al centro, finalmente, la svolta necessaria in senso riformatrice. Tavolo di riforma che è e rimane l’obiettivo degli allevatori del territorio e dei cittadini loro alleati e che pèotrà essere realizzata solo con il confronto fra le istituzioni e il territorio”

Con questo convincimento e con uno spirito di ascolto agli sviluppi dei prossimi giorni, dopo una serie di contatti con la Prefettura, i sindaci e le organizzazioni coinvolte, l’Assemblea degli allevatori ha confermato la manifestazione che si avvierà domani da Casale e che arriverà a Caserta in serata per tenere la fiaccolata prevista e per aspettare il giorno dopo l’incontro con il Prefetto. Al Prefetto la delegazione di allevatori e sindaci porrà il tema di proseguire sulla via della ricerca di soluzioni condivise chiamando in causa anche il Governo nazionale e mettendo in campo l’autorevolezza dimostrata fin qui nel perseguire l’obiettivo di costituire occasioni di incontro istituzionale su cui la Regione Campania potrebbe compiere un importante investimento di credito sollecitando, cosi, anche le responsabilità del prossimo Governo Nazionale ad un confronto con a tema il cambio di strategia complessivo sulle questioni delle zoonosi.

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti