Non sappiamo se in vista della inaugurazione della mostra ” La persistenza degli opposti, sulle opere di Salvador Dali, in programma il 2 dicembre nelle chiese rupestri di San Nicola de Greci e Madonna delle Virtù si procederà a illuminare degnamente anche la scultura ”La danza del tempo”, che raffigura un orologio da tasca pronto a scivolare con i ritmi di Kronos, ma fino ad allora è bene sostituire la lampadina che è all’ angolo di via Madonna delle Virtù, nel Sasso Barisano. Lo chiediamo per le segnalazioni ricevute da turisti e concittadini, che abbiamo incrociato nella serata di domenica 18. In quel punto l’angolo è buio e proprio a ridosso della scultura, che continua a incuriosire alla stessa stregua dell’Elefante spaziale (in piazza Vittorio Veneto – via San Biagio) e del Pianoforte surreale (in piazza San Francesco d’ Assisi).Si provveda. Foto e selfies by night ha un loro fascino. E poi una lampada fulminata va sostituita, per evitare che i pedoni vengano investiti da veicoli che sfrecciano a velocità sostenuta. E questa è una pecca della Zona a traffico limitato. Come rallentare l’andatura dei veicoli? Un interrogativo che riproponiamo con forza…Più controlli? Rallentatori, Rilevatori di velocità? Qualcosa va fatto, prima che le cronache registrino episodi incresciosi.