Prendono corpo i servizi per i migranti nel Metapontino. Da lunedì prossimo nei Comuni di Bernalda, Pisticci, Policoro e Scanzano Jonico verranno avviati gli Sportelli sociali per gli immigrati. Lo ha reso noto la Prefettura di Matera. L’iniziativa è stata prevista nel Progetto “Potenziamento delle competenze degli operatori dei servizi pubblici rivolti all’utenza straniera” a valere sul Fondo Asilo Migrazione Integrazione 2014-2020.) Gli sportelli garantiranno servizi di orientamento ed inclusione socio-lavorativa , mediazione culturale e linguistica;) Servizi per i richiedenti asilo, rifugiati, protezione sussidiaria e assistenza per
le pratiche di permessi di soggiorno e di regolarizzazione e assistenza legale

COMUNICATO STAMPA

Apertura degli Sportelli sociali nei Comuni di Bernalda, Pisticci, Policoro e Scanzano Jonico previsti nel Progetto “Potenziamento delle competenze degli operatori dei servizi pubblici rivolti all’utenza straniera” a valere sul Fondo Asilo Migrazione Integrazione 2014-2020.

Il giorno 26 luglio p.v. presso i Comuni di Bernalda, Pisticci, Policoro e Scanzano Jonico verranno avviati gli Sportelli sociali per gli immigrati così come previsto nel Progetto “Potenziamento delle competenze degli operatori dei servizi pubblici rivolti all’utenza straniera” a valere sul Fondo Asilo Migrazione Integrazione 2014-2020.
La Prefettura di Matera, unitamente alla Regione Basilicata ed all’Università degli Studi della Basilicata, partners del progetto, con la fattiva collaborazione dei predetti comuni, assicurano l’apertura nel periodo estivo degli sportelli, presso gli stessi comuni del metapontino, rivolti all’utenza straniera. L’iniziativa si affianca ad ulteriore azione atta a favorire il trasporto dei migranti dal luogo di ospitalità ai diversi luoghi di lavoro, anch’essa finanziata in parte con il Progetto 1638 del fondo FAMI.
Gli sportelli, i cui operatori sono stati precedentemente formati, costituiranno uno strumento efficace per supportare ed aiutare gli utenti a trovare le giuste risposte alle istanze prodotte ed, al contempo, per aiutare le amministrazioni a capire le reali esigenze del territorio traducendole in concrete modalità di azioni.
I servizi che saranno offerti ai cittadini stranieri riguarderanno in particolare:
1 ) servizi di orientamento ed inclusione socio-lavorativa ;
Iscrizione e adempimenti presso Centri per l’Impiego; Attivazione di corsi di formazione;
 Individuazione di percorsi di inclusione lavorativa e di autoimprenditorialità;
 contatti con referenti Arlab;
2 ) mediazione culturale e linguistica;
 Il servizio di mediazione linguistica e culturale delle seguenti lingue INGLESE – FRANCESE – ARABO ed eventualmente altre lingue da aggiungere in base alle esigenze degli utenti degli sportelli sociali.
L’attività di mediazione sarà organizzata come servizio di tutoring specialistico con azioni professionali di facilitazione linguistica, agevolando il dialogo e la comprensione interculturale dei destinatari favorendo la comprensione delle norme e delle regole civiche e valoriali di base, legate ai diritti ed ai doveri;
3) Servizi per i richiedenti asilo, rifugiati, protezione sussidiaria e assistenza per
le pratiche di permessi di soggiorno e di regolarizzazione;
 Attività di supporto ai servizi sociali comunali per informazioni, adempimenti e presa in carico di richieste relative a permesso di soggiorno, regolarizzazione posizione e riconoscimento status giuridico, annotazioni presso anagrafe comunale
4 ) consulenza legale;
 Servizio di consulenza legale specialistica in tema d’immigrazione, da svolgere in favore dei destinatari ed a supporto degli uffici comunali per le casistiche relative a problematiche di competenza del Comune;
 verifica delle posizioni con INPS e INAIL, riconoscimento di titoli di studio, supporto nelle applicazioni delle normative in materia di immigrazione;