sabato, 1 Ottobre , 2022
HomeCronacaCuore solidale di Federfarma per la spesa di Cibus

Cuore solidale di Federfarma per la spesa di Cibus

Gli amici si vedono nei momenti del bisogno e tali si sono comportati i titolari delle farmacie della Provincia di Matera, che hanno messo mano alla coscienza e al portafogli e provveduto a fare una colletta per i tanti bisognosi, italiani e stranieri, a cui provvede la benemerita rete di CiBus. E così come si vede dalla foto,allegata al comunicato stampa, c’è stata la consegna di una somma per provvedere all’acquisto di generi alimentari. Del resto la dispensa e la tavola della solidarietà devono essere sempre pronte e ogni giorno, ricordando una nota canzone di Johnny Dorelli per una brillante commedia teatrale, occorre sempre aggiungere un posto a tavolo…Non si sta stretti, ma si sta comodi , a posto con la coscienza e con la disponibilità verso il prossimo. Non ci sono nomi da ricordare. Non importa. Gli occhi della solidarietà sono tutti uguali e CiBus è fiera e felice di farlo, per tutte le mense che ne fanno parte.
LA NOTA DI CIBUS
La Federfarma Matera dona fondi per l’acquisto di derrate alimentari attraverso la rete CiBus

La Federfarma, Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Matera, nel periodo di emergenza sanitaria in cui molte persone hanno perso il lavoro e tante altre che già vivevano situazioni economiche precarie hanno raggiunto limiti di povertà assoluta, ha lanciato una iniziativa di solidarietà promuovendo una raccolta fondi presso tutti gli associati.
L’intento di Federfarma è stato quello di offrire un pasto (distribuito dalla Caritas Diocesana la scorsa domenica) e derrate alimentari tramite l’associazione Cittadini Solidali che coordina la rete di CiBus che si occupa di raccogliere e ridistribuire le eccedenze alimentari alle mense caritatevoli e alle parrocchie.
Il 10 giugno 2020 il presidente di Federfarma, Antonio Guerricchio, ha consegnato alla presidente della Caritas di Matera, Anna Maria Cammisa e alla presidente dell’Associazione Cittadini Solidali, Pina Giordano, i fondi raccolti, accompagnati da un biglietto con su scritto: un piccolo gesto di solidarietà verso coloro che hanno bisogno quotidianamente di sostentamento.
Per chi come noi è impegnato quotidianamente nel sociale, hanno dichiarato le presidenti Cammisa e Giordano, non è un “piccolo gesto” ma un prezioso esempio di altruismo e di umanità. E’ il volto bello di una pandemia che in un momento di dolore mondiale ha unito e amplificato gli animi più sensibili dimostrando che non ci si abbraccia solo con le mani ma lo si può fare anche con il cuore.

La Federfarma Matera dona fondi per l’acquisto di derrate alimentari attraverso la rete CiBus

La Federfarma, Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Matera, nel periodo di emergenza sanitaria in cui molte persone hanno perso il lavoro e tante altre che già vivevano situazioni economiche precarie hanno raggiunto limiti di povertà assoluta, ha lanciato una iniziativa di solidarietà promuovendo una raccolta fondi presso tutti gli associati.
L’intento di Federfarma è stato quello di offrire un pasto (distribuito dalla Caritas Diocesana la scorsa domenica) e derrate alimentari tramite l’associazione Cittadini Solidali che coordina la rete di CiBus che si occupa di raccogliere e ridistribuire le eccedenze alimentari alle mense caritatevoli e alle parrocchie.
Il 10 giugno 2020 il presidente di Federfarma, Antonio Guerricchio, ha consegnato alla presidente della Caritas di Matera, Anna Maria Cammisa e alla presidente dell’Associazione Cittadini Solidali, Pina Giordano, i fondi raccolti, accompagnati da un biglietto con su scritto: un piccolo gesto di solidarietà verso coloro che hanno bisogno quotidianamente di sostentamento.
Per chi come noi è impegnato quotidianamente nel sociale, hanno dichiarato le presidenti Cammisa e Giordano, non è un “piccolo gesto” ma un prezioso esempio di altruismo e di umanità. E’ il volto bello di una pandemia che in un momento di dolore mondiale ha unito e amplificato gli animi più sensibili dimostrando che non ci si abbraccia solo con le mani ma lo si può fare anche con il cuore.

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti