Anche la sedicesima edizione del Premio Rosa Ponselle, si è chiusa con un successo annunciato.

Il Concorso di Esecuzione Musicale di Matera – Capitale Europea della Cultura 2019, organizzato dal Lams ha visto la partecipazione di ben 1011 concorrenti di diversa nazionalità e di oltre 20 Scuole di Musica e ad indirizzo musicale, provenienti da ogni parte di Italia,  selezionati, a partire da lunedì 23 maggio, da una Giuria composta da docenti di Conservatorio e da concertisti.

Domenica sera 29, nell’Auditorium della Parrocchia di San Giuseppe  (dove si è tenuto tutto il concorso) è stata la volta della Finale del Premio Rosa Ponselle. Una finale a cui hanno concorso 11 finalisti scelti dalla Commissione nella sezioni solisti (pianoforte, violino, violoncello, fisarmonica, clarinetto), canto lirico e musica da camera. I concorrenti hanno avuto 10 minuti per mostrare alla Giuria, composta dal direttore artistico del Lams Giovanni Pompeo, dal pianista Giuseppe Ciaramella, dal pianista Enzo De Filpo, dal clarinettista Alessandro Scandiffio, dal baritono Antonio Stragapede e dalla violinista Anna Maria Demuro,  le proprie doti artistiche proponendo brani tratti dal repertorio classico, operistico e contemporaneo.

Una competizione accesa che ha messo in luce le capacità e il talento dei giovani concorrenti, di età compresa tra gli 11 e i 28 anni, ma solo in pochi sono saliti sul podio.

Ad aggiudicarsi i concerti retribuiti “Premio Rosa Ponselle” (del valore di 500 euro ciascuno) sono stati la pianista Giulia Martiniello e il fisarmonicista Alfredo Barberio, che quindi a breve terranno dei concerti nelle stagioni organizzate dal Lams.

Sul palco si sono alternati solisti, formazioni orchestrali ed ensemble cameristici, che hanno proposto repertori di alto valore ed originalità che hanno spaziato dalla musica classica a quella contemporanea, fino alla musica popolare con strumenti antichi. Ad aggiudicarsi il terzo posto ex aequo le orchestre dei Licei Musicali di Venosa e di Potenza, il secondo l’Ensemble di archi del Liceo “Tarantino” di Gravina,  mentre il Primo premio è andato all’ Orchestra della scuola media di Biancavilla, in provincia di Catania.  Per i solisti, sempre delle sezioni scuole: Primo premio ex-aequo:Serafino Garzi Cosentino – arpa (Liceo Cosenza) -Pietro Ruscigno – chitarra (I.C. Irsina – MT). Secondo premio ex-aequo:Cristiano Tota – pianoforte (I.C. Ferrandina -MT) e Michele Palumbo – violino  (Liceo Potenza). Terzo premio:Roberta Intrieri – pianoforte (Liceo Cosenza)

Gli altri premi assegnati (del valore di 100 euro ciascuno) sono stati: Premio del Pubblico ex-aequo ai pianisti Matteo Pierro e Giulia Martiniello, Premio musica contemporanea al duo di clarinetti Friolo-Andreoli (per un brano del giovane compositore materano Antonello Tosto) e al duo vibrafono e pianoforte D’Angelo-Confuorti, Premio miglior concorrente lucano al clarinettista di Montescaglioso Rocco Santarcangelo, Premio finalista più giovane al violoncellista Lorenzo Lomartire, ed infine il Premio della Stampa ex aequo al clarinettista Santarcangelo e al fisarmonicista Alfredo Barberio.

Pozzuoli-Napoli

Soddisfatto per questa edizione il direttore artistico del Lams Giovanni Pompeo che al termine del Concorso, ha dichiarato  di essere soddisfatto per il forte richiamo che ha esercitato il concorso in tutte le categorie, “un dato- ha sottolineato-  che ci porterà nelle prossime edizioni a prevedere una ancora maggiore durata delle fasi selettive, riorganizzando la logistica (quest’anno penalizzata dalla indisponibilità della Sala Pasolini al Centro commerciale Il Circo) e, aspetto molto importante, prevedendo di stringere accordi con le strutture ricettive della città e della provincia, del tutto insufficienti per questo tipo di “turismo culturale e scolastico”. Quanto al livello dei concorrenti, “in questa edizione è stato più alto che in passato soprattutto nell’ambito scolastico. Ci sono realtà davvero straordinarie che ci fanno ben sperare per lo sviluppo della cultura musicale. Abbiamo assegnato concerti premio a giovani musicisti che di sicuro faranno strada”. Alla premiazione ha preso parte anche la dott.ssa Patrizia Minardi, dirigente dell’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici e Cooperazione Internazionale della Regione Basilicata, che ha espresso vivo apprezzamento e condivisione per questa manifestazione e, in generale, per tutto il palinsesto del Lams, per un verso rivolto alle nuove generazioni (con programmi educational innovativi) e, per l’altro, con proposte artistiche di livello nazionale ed internazionale

Biancavilla-Catania