lunedì, 4 Marzo , 2024
HomeCronacaCon Miccolis arriva la palina digitale ''My App bus Matera''

Con Miccolis arriva la palina digitale ”My App bus Matera”

In attesa che si metta mano, tra un Pum e un Pums di là da venire, magari con un incremento della dotazione chilometrica da chiedere alla Regione in vista del bando 2026, Matera prova ad accrescere l’appeal del servizio di trasporto pubblico – gestito dalla società Miccolis. con una APPlicazione, incentrata su digitalizzazione e geolocalizzazione della rete. Nulla a che vedere con un’altra App (statica si dice in gergo) presentata nella passata consiliatura, ma una moderna e interattiva utilizzando il telefonino. Pianificazione del viaggio, elenco fermate,elenco linee, real time sono le funzioni della applicazione che sarà operativa nei prossimi giorni per i dispositivi Android e IOS.

L’iniziativa è stata illustrata in Municipio nel corso di una conferenza stampa, a cui hanno partecipato il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, l’assessore alla mobilità Giuseppe Digilio, il comandante della Polizia Municipale Paolo Milillo, la responsabile del settore tecnologia di Miccolis, Giusy Caforio e Giorgio Baldiraghi di Elmec Elettronica, la società che ha realizzato l’applicativo in collaborazione con Bigo Solution. Lo strumento operativo funzionerà- è stato detto nel corso dell’incontro- come una ‘palina digitale’ a portata di mano e con risposte in tempo reale. Tante le novità. Con la visualizzazione real time , per esempio, si potrà conoscere sempre la posizione del singolo mezzo con la segnalazione dell’eventuale anticipo o ritardo (puo’ capitare) rispetto alla tabella di marcia ufficiale, effettuare la ricerca di linee e fermate. Nella APP, in funzione nei prossimi giorni, è attiva la funzione trip planner per programmare e ottimizzare le esigenze di viaggio. L’introduzione della applicazione inserisce Matera tra le città che già utilizzano un sistema di consultazione, che consente di utilizzare al meglio le opportunità del sistema di trasporto pubblico anche per il supporto che dà all’offerta turistica, visto l’impiego di linee agili come quelle che servono i rioni Sassi e il Parco della Murgia, senza dimenticare quelle speciali – coordinate da Carlo Tamburrino responsabile movimento di Miccolis spa- utilizzate da cittadini e turisti per assistere ai concerti alla Cava del Sole.

Tanta informazione, che andrà supportata, da campagne di informazione impiegando – e questo lo diciamo a quanti pensano di raggiungere le diverse fasce di utenza solo con i social o con la tv- tutti gli strumenti di comunicazione, compresi quelli tradizionali di immediata fruizione in strada o alle pensiline dei bus. Matera del resto, e lo abbiamo notato in altri contesti, ha un livello di alfabetizzazione digitale ancora insufficiente a causa della assenza di momenti formativi. In compenso abbiamo il proliferare degli anglicismi, come la parola hub (centro in sintesi) seguito da termini poco comprensibili per addetti ai lavori. Nulla contro l’innovazione, ma la transizione digitale – come ha rimarcato la referente di settore della Miccolis- ha bisogno di gradualità. Quanto ai cittadini materani occorre fare di più per stimolare l’uso del mezzo pubblico. Vanno bene come annunciato dal sindaco e dall’assessore la politica degli incentivi su abbonamenti a costi accessibili e per le sinergie tra bus, parcheggi, ma non sarebbe male lavorare sull’abbattimento dei tempi di percorrenza rivedendo la frequenza delle linee. Una riforma necessaria,della quale si è parlato in passato, in relazione alla forma allungata della città che ha poche parallele e nessuna corsia preferenziale per bus, taxi e mezzi di soccorso.

C’è poi il vecchio progetto di integrazione bus ferrovia leggera, rimasta sulla carta insieme al parcheggio del deposito delle Fal di Serra Rifusa realizzato per l’anno di Matera capitale europea della cultura. Tanta carne al fuoco da discutere in sede regionale (vecchia storia) se a Potenza capiranno che Matera ha anche una esigenza di mobilità turistica da soddisfare. E qui è il punto. Anche il capoluogo di regione dove, l’anno prossimo si vota,e con un candidato sindaco in giunta, è città turistica con tanto di tassa di soggiorno…Per carità ognuno si attivi come gli pare, ma peso e valenza sono diversi. Almeno per le navette che da noi servono anche le aree di parcheggio, proprio per i servizi turistici, dovrebbe esserci una attenzione in più. Chissà, si vota anche alla Regione…

MICCOLIS NEL 2022
Nel 2022 la Miccolis ha percorso 1.403.531 chilometri con 16 linee ordinarie, 14 linee scolastiche, due speciali, e una per disabile. ha effettuato 87052 corse con 34 bus. Nel complesso sono stati trasportati 2.888.106 passeggeri

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti