La notizia si è propagata in men che non si dica e per concittadini e turisti la presenza di cinghiali sul versante del Sasso Caveoso, sotto al ”Belvedere” di piazzetta Pascoli, è stato motivo di curiosità e di interesse. Sul posto, dopo la segnalazione di un cittadino circa la presenza di cinghiali , come mostra la foto

agenti della Polizia di Stato e Municipale ,che hanno attivato anche le torce su una zona buia e da restaurare ma dei cinghiali nulla. Rifugiati da qualche parte o in ”tour” negli antichi rioni di tufo,per riguadagnare la Gravina, in cerca di qualcosa da mettere sotto i denti. Del resto, come accaduto per la volpe, non è la prima volta che vengono avvistati. Ormai sono di casa e se sono in città significa che il cibo scarseggia. Qualche buontempone si è chiesto come ”faranno” quei mammiferi artiodattili della famiglia dei Suidi, sviluppatisi a dismisura, a trovare da mangiare in città visto che con la raccolta differenziata saranno rimossi i cassonetti dei rifiuti. Rovisteranno nei mastelli, a ridosso dei condomini? E se li danneggiano? Contenzioso in vista…

ULTIMORA…RIECCOLO

Poco dopo le 19.30 il cinghiale senza fissa dimora di Calata Ridola e dintorni ha deciso di farsi ammirare nella sua livrea nera, per una passeggiata sotto le luci. Non sappiamo se sia solo o in compagnia. Forse è ancora a pancia vuota o forse è stato colpito da tanta notorietà. La questione, comunque, va affrontata. Qualcuno potrebbe spaventarsi o temere di essere assalito. ” Cinghio” grugnisce e annusa…La sua avventura si è conclusa a tarda notte ed è stato preso e riportato nel suo habitat naturale. Chissà,con la fame, forse aveva perso l’orientamento.