Saranno individuati nel bilancio 2019, che puntiamo ad approvare entro il prossimo 31 dicembre, i maggiori fondi destinati alle scuole paritarie, non avendo potuto farlo, per mere ragioni tecniche, in occasione della terza variazione di bilancio, approvata nei giorni scorsi in Consiglio regionale.

Eì quanto annunciato dal’assessore regionale alle Politiche di sviluppo e lavoro, formazione e ricerca Roberto Cifarelli, commentando una manovra finanziaria complessa e delicata – pubblicata oggi nel numero speciale 53 del Bur – che ha evitato di portare in avanzo di amministrazione somme che sarebbero rimaste bloccate per oltre un anno, mentre ora potranno essere programmate nel prossimo esercizio finanziario.

Nell’occasione, Cifarelli ha rassicurato il mondo della scuola sulla disponibilità dei fondi riservati al diritto allo studio, “le cui politiche – ha spiegato – rappresentano un punto chiave della nostra azione di governo, pur in un momento, come quello attuale, particolarmente complesso, tale da aver costretto la Giunta regionale ad effettuare una serie di tagli per garantire l’ordinaria e corretta funzionalità della macchina amministrativa”.