Il rientro a scuola a settembre è il tema più spinoso e complesso che il Covid-19 ci consegna in questo periodo”. E’ quanto sostiene il capogruppo CD-PD in Consiglio regionale Roberto Cifarelli, il quale aggiunge:

nei giorni scorsi ho letto con grande attenzione le dichiarazioni della dottoressa Claudia Datena, direttore dell’ufficio scolastico regionale. Condivido la necessità di fare chiarezza sul chi fa che cosa e nelle relazioni ed azioni tra gli enti che, mai come in questo momento, qualora non fossero concertate e virtuose rischiano di compromettere il ritorno in classe dei ragazzi della Basilicata.

Per questa ragione ho fatto un’interrogazione a risposta scritta su “Riapertura scuole. Sicurezza e prevenzione”.
Con questa interrogazione “ho chiesto all’assessore alla Sanità, all’assessore alla Trasporti all’assessore alla Formazione, ognuno per il proprio ambito di competenza, di conoscere quali iniziative sono state attivate, di concerto con l’Ufficio Scolastico Regionale, le Province ed i Comuni al fine di garantire l’avvio del prossimo anno scolastico nel rispetto delle direttive sanitarie nazionali, regionali e locali per le scuole presenti su tutto il territorio regionale a tutela della salute degli studenti di ogni ordine e grado e del personale docente e non docente”.

Inoltre, conclude Roberto Cifarelli, “ho chiesto come si è pensato di riorganizzare il servizio del trasporto pubblico al fine di garantire il distanziamento sociale di studenti e personale scolastico pendolare che in Basilicata rappresentano oltre il 50% del totale”.