La Bluserena spa presenta progetto, stima l’investimento in 8,7 milioni di euro e la Regione Puglia contribusice di suo con 2,2 milioni di euro per rilanciare il complesso turistico di Nova Yardinia. Lo ricordiamo per le idee forti e innovative lanciate nella Prima Repubblica,con un avvio scoppiettante e poi il declino, con il passaggio di gestione, l’arrivo nel 2012 di Vasco Rossi che occupò una suite denominata Alba Chiara. Ora si volta pagina con nuovi investimenti, destinati a intercettare una fascia di turismo diversificata. Il collega Nino Sangerardi, con la consueta puntualità, tira fuori dati, progetti e protagonisti. Naturalmente immaginare che il Vasco nazionale torni alla Marina di Castellaneta sarebbe un ottimo viatico per la Nova Yardinia del 2020 e passa. Pronti per selfies e concerto. Non ci resta che attendere un’Alba Chiara…

Regione Puglia concede 2,1 mln euro al progetto di Bluserena spa

Nino Sangerardi

Presidente e assessori regionali hanno detto sì alla proposta imprenditoriale definitiva presentata dalla società Bluserena,sede legale Pescara.
L’aiuto economico concesso dalla Regione ammonta a 2.183.901,16 euro stante l’investimento di euro 8.735.604,66.Quest’ultimo da realizzare a Castellaneta Marina(Taranto).
In particolare, si deve migliorare la qualità del complesso turistico Nova Yardinia Resort,tramite opere finalizzate al mantenimento degli attuali livelli di classificazione alberghiera(4-5 stelle),mediante l’incremento di servizi offerti dalle strutture ricettive e gli aggregati stabilimenti balneari.
Prevista la costruzione di una nuova piscina,nuove aree dedicate ai bambini,uno spazio “mediaton room” per il relax dei clienti,una libreria,la pizzeria e luoghi pro fitness.
I quattro hotel e village al centro dell’iniziativa si sviluppano su una superficie di 655 mila metri quadri con una densità volumetrica pari a 49.600 mc e una zona coperta di 270.000 mq. Le camere a disposizione sono 790 per 2809 posti letto.La consistenza delle singole residenze :

-Hotel Kalidria,cinque stelle,109 camere di cui 10 suite per un totale di 220 posti letto,una piscina con acqua di mare all’aperto,centro talassoterapia all’interno

-Hotel Calanè,quattro stelle,194 camere doppie,10 camere per disabili e 46 quadruple per un totale di 692 posti letto. La struttura è a forma di emiciclo con dentro una piscina di 1000 metri quadri,due bar,discoteca,ristorante su due livelli con 700 posti a sedere,un centro congressi con 600 posti e tre meetings rooms che constano di 115 posti

-Alborea Eco Lodge,cinque stelle,occupa un bosco a pino d’aleppo grande 19 ettari,124 lodge costruiti in legno per 496 posti letto,una club house,ristorante Coquì con sette varietà di cucina,palestra e accesso diretto alla spiaggia

-Valentino Grand Village,quattro stelle,110 suites e 252 camere,due piscine all’aperto di 1000 mq ciascuna,una sala vetrata denominata Clarke per la celebrazione della Santa Messa,l’anfiteatro che può contenere 600 persone,bar e negozi.

L’area dell’intervento è nella disponibilità di Bluserena in forza del contratto di fitto d’azienda,durata 9 anni, sottoscritto da S.A.R.A. 5 SRL(cedente),da Bluserena spa in qualità di affittuaria e da Serenissima Sgr gestore Fondo Raimbow nuovo proprietario di Nova Yardinia Resort in liquidazione.
Il capitale sociale di Bluserena spa è posseduto al 97,60% da Carlo Maresca e 0,6% ciascuno sottoscritto da Fabio Maresca,Maurizio Maresca,Silvio Maresca,Simona Maresca.Fatturato di 65.840.010 euro,totale a bilancio 210.534.921,00 euro,451 dipendenti.
In Puglia gestisce le Terme di Torre Canne(Fasano) e a Ginosa Marina la struttura Terme Serena Village.
I manager del Gruppo Carlo Maresca puntano a cogliere le opportunità legate ai flussi turistici pugliesi,soprattutto quelli che toccano la provincia jonica.La Puglia è considerata una delle principali destinazioni visto che nel 2016 ha registrato 3,7 milioni di arrivi e 14,4 milioni di presenze.
Mercato di riferimento di Bluserena spa sono i turisti interessati a una vacanza balneare,provenienti per il 60% da Puglia, Lazio,Lombardia e Veneto e per il 40% da Germania Austria e Svizzera.
L’azienda pescarese stima di consolidare ,a regime, ricavi per 70 milioni di euro e aumento occupazionale di 70 unità : 15 impiegati e 55 operai.
In data 20 maggio 2017 tre banche—Banca Intesa e Monte dei Paschi di Siena e Banca Popolare di Bari—e la società Cifa di Antonio Albanese,attraverso Serenissima Sgr-Fondo Raimbow hanno acquisito Nova Yardinia Resort. E’ seguita la ristrutturazione del debito per un valore di 120 milioni di euro. Il Fondo chiuso si è accollato l’indebitamento bancario pari a 51,4 milioni,rilasciando ai creditori le quote del medesimo Fondo per la differenza.
Nova Yardinia,progettato dall’archistar argentina Emilio Ambasz,nasce nel 1996 a cura del Gruppo Putignano di Noci.
Quattro anni fa la gestione,riconducibile prima alla Sofin spa e poi a Greenblu srl,passa nelle mani del liquidatore.
Tra gli ospiti vip che frequentano la mega struttura di Castellaneta si registra,dal 2012, il soggiorno del cantante italiano Vasco Rossi nella suite battezzata Alba Chiara esclusiva di arredi,spazi e decorazioni.