martedì, 16 Luglio , 2024
HomeCronacaCaro Raffaello ti scrivono... gli ex sindaci, per Piazza Visitazione!

Caro Raffaello ti scrivono… gli ex sindaci, per Piazza Visitazione!

Il destino della centralissima area di Piazza della Visitazione continua ad agitare il dibattito della futura Capitale europea della cultura al punto che nove ex sindaci (Franco Gallo,
Francesco Di Caro, Alfonso Pontrandolfi, Saverio Acito, Mario Manfredi, Angelo Minieri, Michele Porcari, Emilio Nicola Buccico, Salvatore Adduce) hanno preso carta e penna ed hanno scritto “unitariamente” una missiva collettiva all’attuale primo cittadino per invitarlo a tenere conto delle proposte sin qui maturate sul tema e soprattutto a concentrare “in una “mano” e in una “mente”, di alto profilo internazionale, sicura ed affidabile, capace di riconoscere la complessità dei problemi in campo, in grado di progettare sistemazioni ed opere, senza eccessi, che si inseriscano con “discrezione” e “misura” (anche se con “innovazione”), nel nostro paesaggio urbano, del quale deve divenire un episodio di significativo arricchimento, da consegnare alla storia della città” ed affidando allo stesso “la progettazione complessiva (Masterplan)“.

Vedremo come accoglierà l’iniziativa il destinatario della missiva……

Lettera Aperta al Sindaco Raffaello De Ruggieri

Una proposta per la futura Piazza della Visitazione

“Dando seguito al meritevole confronto pubblico organizzato dall’Associazione Culturale “A.Olivetti” di Matera, sul destino dell’area centrale oggi più importante della città, cerniera tra il Centro Storico-Sassi e la città contemporanea, i firmatari della presente lettera, già Sindaci della città medesima, ritengono opportuno avanzare una proposta, di contenuti e di metodo, che dia sbocco positivo, e spendibile anche in funzione dell’ormai prossimo 2019, al progetto urbano di Piazza della Visitazione.

La questione urbanistica e funzionale che è stata per lungo tempo (da circa 50 anni a questa parte) all’ordine del giorno delle nostre Amministrazioni Comunali, oggi, proprio in ragione della importanza strategica di questa tornata storica che attende la città, deve trovare soluzione definitiva nell’ambito di una altissima qualità urbana, che la città merita, nella più ampia condivisione e partecipazione.

Sotto il profilo dei contenuti riteniamo che:
• Tutto il patrimonio d’idee, studi e progetti (compreso quello del PP in discussione), stratificatisi in questi anni sul luogo e sul tema in oggetto, va posto a base della definizione progettuale da adottare;
Comprendiamo che l’Amministrazione in carica, sotto la “pressione” dell’ormai prossimo 2019, abbia affrontato il problema privilegiando il tema dell’”accessibilità turistica” alla città ed al suo centro storico-Sassi in particolare; ma il tema della progettazione di uno spazio, di grande valenza “urbana”, destinato a divenire il “biglietto da visita” della Matera futura, non può ammettere amnesie e steccati funzionali: va ricomposto facendo sintesi, nel progetto urbano, di storia e stratificazione di luoghi e progetti, alla ricerca di una soluzione che non privilegi alcuni aspetti del problema rispetto agli altri, ma semplicemente la “qualità della città”.
• Non può essere sottaciuto come la progettazione di quest’area nevralgica sia fortemente condizionata dal regime delle aree che, sia pur demaniali, vedono le FAL detenerne l’uso per funzioni legate al trasporto pubblico interregionale;

Ne scaturisce l’esigenza di coniugare i due aspetti sopracitati, utilizzando la metodologia di collaborazione tra Amministrazione Comunale e Società di Gestione dei servizi di mobilità, già sperimentata di recente a Napoli, con positivi risultati.

Questo significa riunificare la progettualità del luogo e dei suoi servizi, in una “mano” e in una “mente”, di alto profilo internazionale, sicura ed affidabile, capace di riconoscere la complessità dei problemi in campo, in grado di progettare sistemazioni ed opere, senza eccessi, che si inseriscano con “discrezione” e “misura” (anche se con “innovazione”), nel nostro paesaggio urbano, del quale deve divenire un episodio di significativo arricchimento, da consegnare alla storia della città.

L’Amministrazione Comunale e le FAL, insieme, ed ognuno per le proprie competenze amministrative e procedurali, individuino tale personalità affidandogli la progettazione complessiva (Masterplan) di Piazza della Visitazione; contemperando così le diverse esigenze urbane e funzionali, e sintetizzandole in una soluzione unitaria di altissima qualità progettuale, capace di far riaccendere l’attenzione ed il dibattito sulla città della comunità nazionale ed internazionale.

Il Masterplan, potrebbe così vedere la luce in tempi brevi, consentendo di mettere in atto “da subito” le sistemazioni dei “bordi” della Piazza e della sua struttura viaria, rendendola (almeno in parte) disponibile per le esigenze, anche rappresentative e comunicative, del 2019.

Matera, 8 marzo 2017

Firmato: gli ex-Sindaci

Franco Gallo
Francesco Di Caro
Alfonso Pontrandolfi
Saverio Acito
Mario Manfredi
Angelo Minieri
Michele Porcari
Emilio Nicola Buccico
Salvatore Adduce

Vito Bubbico
Vito Bubbico
Iscritto all'albo dei giornalisti della Basilicata.
RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti