Il calo della popolazione “morde” anche nel piccolo centro del Marmo Platano. In un anno la popolazione è diminuita complessivamente di 78 unità e al 31-12-2019 risultava di 4918 abitanti. Ormai sotto la soglia dei 5 mila già dal 2018. Un calo vistoso incrociando le voci che compongono il saldo della popolazione residente fornito dall’Istat.

Diversi sono gli aspetti interessanti di questa rilevazione. Un dato in ascesa, seppur prevedibile, è il numero dei decessi che nel 2019 ha fatto registrare un balzo significativo con ben 72 persone passate a miglior vita, mentre nel 2018 furono soltanto 59. Una media di 6 decessi al mese. Per quel che concerne il tasso di natalità non si è andati oltre le 33 nuove culle. Un nato in più rispetto allo scorso anno.

Se si prende in considerazione il lustro 2015-2019 il maggior numero di nati si è verificato soltanto nel 2015 con 41 nuovi nati. Il dato peggiore nel 2018 (soltanto 32).

Difficile anche il quadro che riguarda il saldo tra emigrati ed immigrati. Stando ai numeri nel 2019 a lasciare il territorio bellese sono stati in 87 mentre gli immigrati sono stati 48.

Altri dati non proprio incoraggianti giungono dal mondo economico. Secondo i dati del SUAP (Sportello Unico delle Attività Produttive), nell’ultimo mese, sull’intero territorio le imprese che hanno cessato l’attività sono state 4 a fronte delle 2 nuove aperture. Una nel settore del commercio ambulante di prodotti non alimentari e l’altra nel campo dei servizi alla persona in ambito socio-educativo.

In attesa di tempi migliori questi dati dimostrano la difficoltà dei tempi odierni tra crisi economica e spopolamento.