In Basilicata, con un nuovo caso di positività al covid19 rilevato tra i tamponi processati nella giornata di ieri 10 luglio e il contestuale annuncio di una guarigione, i casi di contagio rimangono circoscritti a tre, come ieri.

Anche in questo nuovo caso (trattasi di un lavoratore rientrato da una permanenza all’estero) si rimane nella fattispecie di  contagi avvenuti fuori regione e che, se prontamente individuati, non creano problemi perché rimangono circoscritti.

Una attenta gestione sanitaria di questi singoli casi che se mantenuta a buoni livelli potrà farci trovare pronti a gestire la probabile (ma non certa) recrudescenza autunnale del virus.

A tal proposito e nell’attesa di un vaccino che non c’è, proprio dall’Italia arriva la notizia della realizzazione di nuovo kit atto a diagnosticare le persone contagiate dal nuovo coronavirus ma asintomatiche. Uno strumento che è stato messo a punto da un team di ricercatori e medici dell’Università di Bari, coordinati dal professore Francesco Inchingolo del dipartimento interdisciplinare di Medicina diretto dal professore Carlo Sabbà, insieme ad istituti accademici e di ricerca esteri.

Viene spiegato che trattasi di una “ nuova biotecnologia alternativa alle metodiche attualmente in commercio” che verrà utilizzata ” per diagnosticare definitivamente gli asintomatici.” E, inoltre, si assicura che con questo kit si: “garantirà la quasi eliminazione dei falsi positivi e una maggiore velocità del risultato“.

Bene. Ma ecco a seguire la nota di oggi diffusa dalla task force regionale con cui si “comunica che ieri, 10 luglio, sono stati effettuati 281 test per l’infezione da Covid – 19, di cui 1 risultato positivo.

Il comune di residenza della persona positiva accertata, di rientro in Basilicata, è Castelluccio Inferiore.

In giornata è guarita una persona.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 3.

Ieri erano 3, a cui va aggiunto 1 positivo e sottratta 1 persona guarita.

Nel reparto di malattie infettive dell’ospedale San Carlo di Potenza sono ricoverate 3 persone: una residente in Basilicata e conteggiata nel totale dei lucani attualmente attivi e 2 persone di nazionalità estera e provenienti da stato estero e in isolamento in Basilicata che, in quanto non residenti in Basilicata, non possono essere conteggiate nel totale dei lucani attualmente attivi.

I cittadini lucani in isolamento domiciliare sono 2.

In totale le persone guarite sono 372.

Ai 3 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 372 guariti; 2 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata, entrambe ricoverate all’ospedale San Carlo di Potenza.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 42.254 tamponi, di cui 41.830 risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento, relativo ai dati 11 e 12 luglio, è previsto per lunedì, 13 luglio, alle ore 12,00.

In allegato il bollettino quotidiano con tutti i dati riassuntivi.”