Dai 378 tamponi  analizzati ieri, 13 agosto, viene la conferma ufficiale dei nuovi quattro positivi (i ragazzi di Palazzo San Gervasio rientrati da una vacanza a Malta) di cui avevamo dato notizia ieri (https://giornalemio.it/cronaca/4-giovani-di-palazzo-san-gervasio-positivi-al-covid19-dopo-vacanze-a-malta/).

Ma nello stesso tempo si registrano ben 13 guarigioni di cui uno residente in Basilicata per cui il totale ad oggi dei positivi ufficiali della nostra regione è salito ad OTTO. Gli altri 12 sono cittadini stranieri.

Nel mentre si era diffusa la notizia di altri due contagi della stessa natura nel Comune di Grassano che ha costretto il Sindaco Filippo Luberto a pubblicare un post di smentita sul profilo facebook del municipio, sebbene quattro ragazzi sarebbero stati sottoposti comunque a test di cui bisognerà verificare esito:

 

In merito a questa nuova fase che stiamo vivendo piena di sottovalutazioni e false convinzioni rispetto ad una presunta minore pericolosità sociale del virus, invitiamo a leggere (per chi non lo avesse già fatto) questo post molto chiaro pubblicato poche ore fa sulla sua bacheca dall’epidemiologo Pier Luigi Lopalco:

CONTAGIATO: MENO MALE!

Dopo i debolmente positivi ed i virus clinicamente morti, ora il glossario della informazione confusa si arricchisce di un nuovo slogan: contagiato ma non malato.

Facciamo chiarezza:
Un soggetto positivo al virus ma che non esprime sintomi di malattia è tecnicamente un portatore (li abbiamo sempre chiamati asintomatici, ma il termine corretto è questo).

Il portatore può essere un soggetto in incubazione, che dunque diventerà un malato nel giro di qualche giorno o anche un portatore del tutto sano, cioè che ha sviluppato un’infezione inapparente e non avrà mai sintomi.

I portatori sono soggetti contagiosi, più o meno a seconda della carica virale che riescono ad esprimere.

I portatori in incubazione svilupperanno la malattia. L’espressione clinica di questa malattia sarà diversa a seconda della età e delle condizioni fisiche del soggetto.

Essersi contagiati, dunque, non è certo una bella notizia. Innanzi tutto perché, comunque vada, chi è portatore favorisce la circolazione del virus.

Inoltre perché il fatto di sviluppare sintomi di più o meno elevata gravità è solo questione di probabilità: sono giovane e sano? Ho una probabilità bassa (non NULLA!) di avere una forma grave. Sono anziano oppure con problemi concomitanti? La probabilità aumenta.

In questi giorni assistiamo ad un aumento preoccupante di positivi. Man mano che aumenteranno i “contagiati” aumenteranno proporzionalmente i casi più gravi e quindi progressivamente anche i ricoveri. E’ la matematica del virus e non possiamo farci niente.

Anzi qualcosa possiamo farci: evitare di diventare dei semplici contagiati.”

Ma ecco a seguire il comunicato ufficiale di oggi relativo alla Basilicata.

La task force regionale comunica che ieri, 13 agosto, sono stati processati 378 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 4 sono risultati positivi e riguardano persone di rientro dall’estero, residenti a Palazzo San Gervasio dove si trovano in isolamento domiciliare.

Nella stessa giornata, inoltre, sono state registrate 13 guarigioni: 1 persona residente in Basilicata e 12 cittadini stranieri in isolamento in una struttura dedicata della regione.

Con questo aggiornamento i residenti in Basilicata attualmente positivi sono 8 e si trovano tutti in isolamento domiciliare.

Nel reparto di malattie infettive dell’ospedale ‘San Carlo’ di Potenza è ricoverata 1 persona di nazionalità estera e proveniente da Stato estero, risultata negativa al secondo tampone di verifica e in attesa di formale comunicazione di dimissioni.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 28 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 2 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 374 guariti; 1 persona di nazionalità estera ricoverata all’Ospedale ‘San Carlo’, 5 persone di nazionalità estera che si trovano in isolamento domiciliare in Basilicata; 38 cittadini stranieri in isolamento in una struttura lucana dedicata.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 50.626 tamponi, di cui 50.025 risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani 15 agosto, alle ore 12,00.”

Seguono prospetti riassuntivi: