sabato, 1 Ottobre , 2022
HomeCronacaBasilicata: lieve incremento dei ricoveri (109), nessun decesso, incidenza positivi/tamponi stabile.

Basilicata: lieve incremento dei ricoveri (109), nessun decesso, incidenza positivi/tamponi stabile.

Ancora un lieve incremento dei ricoveri anche nel report odierno (Bollettino task force coronavirus Basilicata del 21-7-2022) sebbene non si segnali alcun decesso, nel mentre rimane stabile il rapporto positivi/tamponi.

Dunque, i ricoveri ospedalieri variano da 106 a 109 : 46 al San Carlo e 63 al Madonna delle Grazie, dei quali sempre nessuno in terapia intensiva. In merito bisogna rilevare che diversi ricoveri non avvengono per covid, ma che lo stesso viene rilevato al momento della effettuazione del tampone all’ingresso nel nosocomio per altre patologie.

I nuovi positivi di giornata riscontrati sono 865 (833 i residenti) su 2.818 tamponi processati nella giornata di ieri con una incidenza del 30,70%, simile al 30,74% del giorno precedente ed anche al dato della settimana scorsa che è stato del 33,15%.

Degli 833 nuovi positivi residenti (522 nel potentino e 311 nel materano) ne sono stati riscontrati: 96 a Matera, 87 a Potenza, 45 a Policoro, 30 a Melfi, Avigliano e Rionero in Vulture, 22 a Venosa, poi in altre comunità con numeri inferiori.

Oggi, tenuto conto dei 703 guariti di giornata, nonché di 312 guariti in periodi precedenti, il totale dei positivi in regione scende da 15.921 a 15.739.

Anche il monitoraggio della Fondazione GIMBE ha rilevato che, “nella settimana 13-19 luglio, vi è stata un’inversione della curva dei nuovi casi dopo cinque settimane di aumento, ma ancora in crescita gli indicatori ospedalieri e i decessi.

Sempre ferme le percentuali di chi ha ricevuto almeno una dose di vaccino e di chi ha completato il ciclo vaccinale. Sono 6,84 milioni i non vaccinati, di cui 2,42 milioni di guariti protetti solo temporaneamente. 7,78 milioni di persone non hanno ricevuto la terza dose, di cui 2,64 milioni di guariti che non possono riceverla nell’immediato. Espansione della platea per la quarta dose: crescono le somministrazioni, ma le coperture restano molto basse e persistono inaccettabili differenze regionali.

Dopo il raggiungimento del picco la discesa dei nuovi casi potrebbe essere più lenta del previsto a causa del numero molto elevato di positivi che sfuggono alle statistiche ufficiali e rappresentano un moltiplicatore dei contagi.

Vito Bubbico
Vito Bubbico
Iscritto all'albo dei giornalisti della Basilicata.
RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti