Basilicata: ancora meno positivi, un decesso.

Il report odierno della Basilicata (Task Force Coronavirus bollettino del 26 maggio 2022), riferisce di un ulteriore decesso avvenuto al San Carlo di Potenza, una donna residente a Tito (classe 1933), e un lieve incremento dei ricoveri totali che passano da 54 a 58 (35 al San Carlo e 23 al Madonna delle Grazie), di cui sempre solo uno in terapia intensiva a Potenza.

Continua ancora sensibilmente a scendere il totale dei positivi in regione grazie ai 1.363 nuovi guariti (1.354  residenti) e passa -dunque- da 27.179 a 25.984. Numero destinato a ridursi rapidamente in base alla revisione in corso sulla piattaforma regionale Covid19 del dato relativo ai “Casi attuali residenti” ed ai “Guariti residenti”.

Per quanto riguarda i nuovi casi, oggi ne sono stati riscontrati 168 (160 i residenti) sui 1.180 tamponi processati nella giornata di ieri, con una incidenza del 14,24% ancora in discesa rispetto al 18,52% del giorno precedente a al dato aggregato dell’incidenza positivi/tamponi riferito alla settimana appena conclusa che è stato del 19,09%.

I 160 nuovi casi residenti (105 nel potentino e 55 nel materano) sono stati riscontrati principalmente nei comuni di: Potenza (32), Matera (27),  poi in altre comunità con numeri minori come da elenco che è consultabile nel report di cui al link iniziale.

La Fondazione Gimbe, nel consueto monitoraggio settimanale, ha rilevato che negli ultimi stete giorni si è osservato un netto calo dei contagi da Covid (-29,6%), giù anche le terapie intensive (-13,9%), i ricoveri ordinari (-16,2%) e decessi (-17%).  Per contro, in un mese sono raddoppiate le persone scoperte sulla terza dose: sono oltre 4 milioni. Frenano le somministrazioni della quarta, la copertura è in questo caso al 30,5% per immunocompromessi e 14% per gli altri fragili.

Il monitoraggio Gimbe rileva, nella settimana 18-24 maggio, una diminuzione dei nuovi casi (171.737) in quasi tutto il territorio nazionale. Solo 5 province registrano incidenza superiore a 500 casi per 100.000 abitanti. In discesa gli indicatori ospedalieri e i decessi (633). Ferme le percentuali di chi ha ricevuto almeno una dose di vaccino (88,1% della platea) e di chi ha completato il ciclo vaccinale (86,5% della platea). Sono 6,87 milioni i non vaccinati, di cui 2,86 milioni guariti protetti solo temporaneamente. 8,16 milioni di persone non hanno ancora ricevuto la terza dose, di cui 4,1 milioni di guariti che non possono riceverla nell’immediato.

 

Related posts

Rispondi