In Basilicata, anche i dati odierni confermano una situazione epidemiologica sotto controllo  in un quadro nazionale che, in base ai dati del monitoraggio della cabina di regia, vede: un peggioramento dei dati ospedalieri (aumento ricoveri in area medica e in terapia intensiva); un aumento dell’incidenza settimanale del virus che raggiunge quota 98 casi ogni 100 mila abitanti (la scorsa settimana era a 78 ogni 100 mila), sebbene sia, invece, stabile l’indice Rt che è pari a 1,21. Uno scenario che varia da Regione a Regione ma con tutte che risultano al momento classificate a rischio moderato.

Nella bozza del report si legge che: “Nell’attuale contesto di riapertura, una più elevata copertura vaccinale, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo nelle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali vigenti, rappresentano gli strumenti principali per prevenire significativi aumenti di casi clinicamente gravi di Covid-19 e favorire un rallentamento della velocità di circolazione del virus Sars-Cov-2″.

Ed in questo quadro di necessitante intensificazione dell’impegno delle strutture sanitarie territoriali che va ascritto l’accordo tra Regione Basilicata e Università di Bari (https://giornalemio.it/politica/basilicata-per-colmare-carenza-di-personale-sanitario-in-arrivo-medici-specializzandi/) per l’utilizzo di medici specializzandi nei presidi sanitari lucani. Così come l’annuncio dell’assessore Rocco Leone secondo cui si sta lavorando alla estensione (già da lunedì) degli orari di apertura degli hub vaccinali sino alle 20,00 delle tende del Qatar sia di Potenza che di Matera, mentre in quelli degli altri comuni potrebbero rimanere aperti con gli attuali orari.

Ed ecco in sintesi ciò che emerge dai comunicati ufficiali che pubblichiamo a seguire:

  • sono 23.395 i lucani che hanno ricevuto la terza dose;
  • i ricoveri totali da 24 scendono a 23, mentre i ricoverati in terapia intensiva sono sempre due (uno all’Ospedale San Carlo ed l’altro al Madonna delle Grazie);
  • l’incidenza dei positivi sui tamponi processati ieri è del 3,15%, inferiore al 3,55% del giorno precedente ed anche al dato della settimana appena conclusa che è stato del 4,59%;
  • il totale dei positivi in regione che, tenuto conto dei 19 nuovi casi e delle 15 guarigioni odierne, sale a 981;
  • i nuovi casi riguardano: Matera e Lagonegro (5), Miglionico e Tolve (2), poi altri Comuni (come da elenco in tabella) con un solo positivo tra cui Potenza.

Ecco a seguire il comunicato ufficiale riferito alla giornata di ieri e le relative tabelle riepilogative:

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 18 novembre, sono state effettuate 2.512 vaccinazioni. A ieri sono 435.454 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (78,7 per cento), 399.969 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (72,3 per cento) e 23.395 quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 858.818 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 698 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 22 (tra questi 19 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 15 guarigioni relative a residenti in Basilicata.”

(NB. dal 12 novembre scorso il totale dei positivi riportato sulle tabelle della regione è inferiore di uno rispetto al nostro che calcoliamo giornalmente in base ai dati ufficiali che pubblichiamo senza che vi sia una spiegazione. L’11 novembre i dati combaciavano in 895. Il giorno dopo vi sono stati 30 nuovi casi e 5 guarigioni. 895+30-5=920, mentre sulle tabelle di quel giorno veniva riportato 919. Da allora continua ad esserci questa discrasia).