I ricorsi degli automobilisti beccati dall’autovelox a superare i 70 chilometri orari sulla statale 7 ” Matera-Ferrandina” nel Comune di Pomarico hanno avuto un primo accoglimento, in attesa dell’udienza, dal giudice di pace presso il Tribunale di Matera che ha disposto la ”sospensione dell’efficacia del provvedimento impugnato”. Per cui, fino a quella data, nessuna decurtazione dei punti dalla patente di guida. A darne notizia il presidente dell’Adiconsum territoriale Marina Festa e il responsabile giuridico dell’associazione avvocato Giuseppe Tedesco. La nota dell’Adiconsum precisa i termini della questione, che ha sollevato non poche perplessità per l’attivazione del sistema automatizzato di velocità,sopratutto quando si percorre in discesa l’arteria. Difficile stare sotto i 70 orari. Da più parti si è chiesto di rimuovere quello strumento, attivato per accrescere la sicurezza su strade dove la velocità sale come accaduto sulla Basentana e la Jonica. Ma alla fine, se non si decelera, sono multe che finiscono con il pesare anche su automobilisti che viaggiano a velocità da crociera o quasi. Discorso vecchio. Sempre meno risorse dallo Stato ai Comuni, che si arrangiano come possono. E questo è un paradosso.

LA NOTA DI ADICONSUM
Autovelox a Pomarico Primi provvedimenti

L’ADICONSUM di Matera rende noto che per i primi ricorsi presentati al Giudice di Pace di Matera, per conto dei propri associati, tramite l’Avv. Giuseppe Tedesco, responsabile del centro giuridico territoriale, sono state già fissate le relative udienze per il prossimo febbraio.
Si deve segnalare che il giudice di pace con la fissazione dell’udienza ha disposto la “SOSPENSIONE dell’efficacia del provvedimento impugnato”.
Ciò significa che sino a quando non sarà emessa la relativa sentenza non potranno essere decurtati i punti dalla patente di guida del ricorrente.
La sospensione, pur costituendo solo un provvedimento interlocutorio e non definitivo, deve essere valutata positivamente poiché ciò significa che il giudice di pace ha riposto la massima attenzione ai casi a lui sottoposti, in attesa di verificare la difesa che sarà svolta dal Comune di Pomarico in sede di contraddittorio: e’ evidente che la decisone definitiva del giudice dovrà tenere conto delle posizioni di tutte le parti del processo, come precisa Marina Festa, Presidente Adiconsum.
Rimane sempre il dubbio circa l’effettiva validità dei due autovelox del Comune di Pomarico considerato che continuano a fioccare le multe segno che il lavoro di prevenzione non vi è mai stato.
Continuano ad essere numerosi sono gli automobilisti che si rivolgono alla nostra Associazione per una valutazione di fattibilità dei ricorsi da presentare al Prefetto o al Giudice di Pace.
Matera 08-01-2019
Ufficio stampa Adiconsum