La Chiesa proprio non si fa pregare quando si tratta di contribuire a superare momenti di difficoltà, di sofferenza, come quelli contrassegnati dalla crisi pandemica da virus a corona, che non è solo sanitaria, m anche sociale ed economica. E se serve produrre il massimo sforzo per la campagna vaccinale l’Arcidiocesi di Matera e Irsina mette a disposizione strutture parrocchiali e sedi Caritas. Del resto alcuni parroci sono in trincea da tempo, in centri grandi e piccoli, per aiutare quanti sono in difficoltà e alcuni hanno provato la condizione del contagio, della quarantena, della sofferenza. Mons Giuseppe Antonio Caiazzo, don Pino per tanti, nella lettera inviata ai rappresentanti istituzionali e sanitari illustra i motivi di una disponibilità, che è solidarietà e con un valore in più , di buon auspicio, nella Settimana che precede la Pasqua. “Che il vaccino dell’amore e della fratellanza -afferma don Pino- curi le nostre sofferenze più profonde”

Ecc.za Ill.ma
Signor Prefetto
Matera
Ill.mo Signor Presidente
Regione Basilicata
Ill.mo Signor Assessore alla Sanità
Regione Basilicata
Ill.mo Signor Presidente
Provincia Matera
Ill.mo Commissario Sanitario Straordinario
Ospedale S. Maria delle Grazie
Matera

Ill.mo Sig. Direttore Sanitario ASM
Matera
Ill.mi Sig.ri Sindaci
Loro sedi
Ill.mi Sig.ri Commissari Prefettizi
Loro sedi

Carissimi,
la Chiesa di Matera-Irsina, in questo momento delicato e di sofferenza che stiamo vivendo a causa della pandemia, esprime la propria volontà a collaborare alla campagna vaccinale da sostenere e implementare, a beneficio della collettività.
Pertanto, dopo aver condiviso la decisione con i confratelli sacerdoti, comunico di mettere a disposizione le strutture edilizie delle nostre chiese e della Caritas collocate sull’intero territorio dell’Arcidiocesi. Già alcune parrocchie stanno collaborando con gli enti preposti nella gestione di questo delicato momento donando centinaia di sedie e tavoli vari.
Il nostro vuole essere un nuovo contributo di carità per la somministrazione del vaccino, laddove necessario.
Di seguito le strutture parrocchiali alle quali potete far riferimento contattando direttamente i singoli parroci e sacerdoti:
1. Montalbano Jonico: Parrocchia S. Rocco
2. Montalbano Jonico: Parrocchia S. Maria dell’Episcopio
3. Pisticci: Parrocchia Cristo Re
4. Pisticci Scalo: Parrocchia S. Giuseppe Lavoratore
5. Marconia: Parrocchia S. Giovanni Bosco (eventualmente anche saletta parrocchia S. Gerardo Maiella)
6. Bernalda: Parrocchia Maria Mater Ecclesiae
7. Montescaglioso: Parrocchia Santi Pietro e Paolo
8. Montescaglioso: Parrocchia S. Lucia
9. Grottole: Parrocchia Santi Lucia e Giuliano
10. Matera:
⦁ Parrocchia S. Giuseppe Lavoratore
⦁ Parrocchia Cristo Re
⦁ Parrocchia S. Agnese
⦁ Parrocchia Maria Madre della Chiesa
⦁ Parrocchia S. Giacomo
⦁ Parrocchia Addolorata
⦁ Parrocchia Immacolata
⦁ Parrocchia S. Vincenzo De Paoli (La Martella)
⦁ Parrocchia Maria SS. della Bruna (chiesa S. Francesco d’assisi)
⦁ Parrocchia S. Rocco (saletta)
⦁ Santuario S. Francesco da Paola
⦁ Sede Caritas in Via Cappuccini
Certo che ogni goccia nell’oceano sia importante, approfitto per formulare gli auguri per la Santa Pasqua: passaggio dalla morte alla vita! Che il vaccino dell’amore e della fratellanza curi le nostre sofferenze più profonde