“Continuano ad arrivare migliaia di multe da parte del Comune di Pomarico. La qual cosa dimostra che i due autovelox installati da quel Comune sulla SS 7 non svolgono alcuna attività di prevenzione.
Limitare la velocità va benissimo, ma le apparecchiatura installate con il limite di velocità a 70 Km orari non sono altro che un balzello per i cittadini. A essere penalizzati e vessati sono soprattutto i pendolari che ogni mattina percorrono quella strada, in condizioni penose, per recarsi al lavoro.”

E’ quando scrive in una nota Marina Festa, Presidente di Adiconsum Matera, che raccogliendo l’insofferenza generale per quello che viene visto come un ulteriore ingiusto balzello su una arteria ridotta ad una mulattiera, ha deciso di promuovere una raccolta di firme per chiedere al Sindaco di Pomarico Francesco Mancini di “spegnere” gli autovelox sulle due corsie della statale 7.

Nella nota si legge ancora:  “Da una verifica dei verbali molti automobilisti hanno ricevuto un verbale per aver superato il limite di 1 Km orario e dalle foto dell’autovelox risulta che viaggiavano in perfetta solitudine non essendoci traffico sulla strada.”

Prova evidente che trattasi solo di un escamotage per il Comune di fare soldi, e questo dice la Festa che “Non è giusto dunque utilizzare l’autovelox per rimpinguare le casse del Comune purtroppo a discapito di molte famiglie monoreddito, che si sono visti e recapitare 2 o 3 verbali, perfino 10 verbali da pagare. “

ConEvidente il disagio economico e sociale che ne segue.”

Ed è per questo conclude : “A nome di tali cittadini chiediamo al Comune di Pomarico e alle Autorità competenti lo spegnimento dell’autovelox sulla strada statale 7. Nel contempo l’Adiconsum di Matera ha avviato una raccolta di firme per sensibilizzare il Comune a tale decisione.”

Certo questa volta formalmente l’autovelox è segnalato adeguatamente, non come la volta precedente -nel 2017- in cui (https://giornalemio.it/viaggi/gli-autovelox-devono-essere-segnalati-con-cartelli-ben-visibili-o-luminosi-sempre/) fu di nuovo messo in essere -sempre dallo stesso Comune- un servizio di autovelox mobile un po’ alla garibaldina, con cartelli poggiati per terra e spesso dissimulato dietro ad auto civette, poi rimosso.

Ma in quel tratto di strada è questo un autovelox palesemente inutile alla sicurezza stradale che contribuisce solo ad aumentare la rabbia degli automobilisti che, magari distratti, si vedono costretti a pagare questo ulteriore balzello su una strada che già per il suo stato disastroso provoca danni alle proprie auto.

Un poco di soldi il Comune oramai li ha fatti, sarebbe il caso che l’ottimo Mancini prendesse una decisione nel senso richiesto, anche per evitare quei fastidiosi fischi alle orecchie…. causati dagli inevitabili improperi di cui è inevitabilmente oggetto ad ogni passaggio dinanzi a quei autovelox.