Si è svolta domenica 21 gennaio 2018, presso l’Oratorio “S. Antonio da Padova” a Nova Siri scalo (MT),  la terza tappa del “Torneo Antirazzista Sportantenne”, lo strumento di mediazione interculturale itinerante promosso dalla UISP di Matera, all’interno del progetto nazionale omonimo voluto dal Ministero dell’Interno.

Anche questa tappa ha consolidato ulteriormente l’utilità della rete tra la UISP e le realtà territoriali partecipanti: MediHospes Nova Siri; Novass Gorgoglione; Tolbà Sant’Arcangelo e Salandra; il Sicomoro Matera; Parrocchia di San Rocco Matera; Polis Mathera (Cererie).

Il Torneo per i ragazzi ospiti e per le realtà di ognuna delle tappe è ormai un’occasione attesa e da non perdere.

Così anche domenica a Nova Siri, in una giornata primaverile, tanti cittadini di ogni età sono accorsi ad assistere incuriositi alle partite del torneo ed a partecipare a quelle di Basket e Pallavolo nel campo adiacente, nonchè a quelle di biliardino nell’oratorio.

La manifestazione ha visto in campo 40 ragazzi provenienti da undici diverse nazioni che, insieme ai ragazzi di Novi Siri, hanno dato vita a partite di calcio a cinque autoarbitrate che si sono svolte no-stop per tre ore di fila.

La MediHospes di Nova Siri, che ha coordinato la tappa, è riuscita a ripetere la stessa buona accoglienza ricevuta a Salandra da Tolbà a dicembre, allestendo un “Terzo Tempo” con un buffet che ha permesso ai ragazzi di approfondire conoscenze, scambiare opinioni e ricevere medaglie e targhe ricordo della giornata.

Agli organizzatori sembra davvero strano, a fronte di tanto entusiasmo, pensare che ci possano essere luoghi della nostra regione dove al contrario si rifiuta l’accoglienza” è scritto in un comunicato stampa in cui si rende noto che “per questo la UISP ha invitato formalmente il Sindaco di Laurenzana a voler accogliere una tappa straordinaria del Torneo, non ricevendo al momento nessuna risposta.”

La prossima tappa, comunque, è fissata a Sant’Arcangelo il 18 febbraio 2018.