Basta scaricare sul proprio smartphone  un’applicazione di messaggistica, “Telegram” (telegram.me/radiQBot)  un po’ meno conosciuta dal grande pubblico di whatsapp ma molto più efficace, cercare tra i contatti  NataleAVIS ed inviare un  “bot” , ossia un messaggio, all’Albero dei Desideri, un bellissimo albero costruito con bottiglie di plastica riciclate dell’altezza di circa tre metri situato in Piazza Garibaldi a Tricarico. Nel messaggio basterà specificare il proprio colore preferito e l’albero, non appena riceve il tuo messaggio si accenderà del colore prescelto.

E’ l’alternativa, a dir poco innovativa, versione della vecchia e cara letterine di carta, che si scriveva a Babbo Natale e che appendevamo con il nastrino rosso o bianco recuperato dalle confezioni regalo o spesso dalle bomboniere matrimoniali, all’albero di ginepro che odorava di Natale.

Ad avere questa brillante (l’aggettivo calza a pennello) idea una cooperazione di cervelli, per l’esattezza scaturita dalla creatività del team di Radio QuantoBasta e Namias – fotografia e informatica che ha visto coinvolti anche gli alunni del liceo delle Scienze Umane di Tricarico per il progetto di alternanza Scuola Lavoro.

15590566_1623759461259219_2494295057005651336_n

Un modo per diventare protagonisti dell’accensione dell’albero ma soprattutto un modo per desiderare in maniera social cioè facendo in modo che il “tuo” desiderio possa “contagiare” anche gli altri amici virtuali  perché il tuo desiderio sarà condiviso sulle pagine social di Twuitter e Facebook di Avis Tricarico, l’Associazione di Volontariato di Donatori di sangue da cui è partita l’idea di regalare alla città di Tricarico un albero ecologico e così tanto speciale.

Buon #nataleatricarico

10354185_1625819267719905_6081842719192247607_n