Ragazzi normali con le magliette colorate della XIX olimpiadi di informatica, che si tengono per tre giorni all’Itis ”G.B Pentasuglia” di Matera ma con tanta voglia di divertirsi, sfidarsi e partecipare alle olimpiadi internazionali , Un sogno nel cassetto come quello coltivato nell’antica Magna Grecia, tra Metaponto e Sibari, con una scuola che aveva appreso di filosofia, arte e numeri primi. La prova della mattinata del 18 settembre, nella mega palestra della scuola con 100 postazioni per lavorare e rispondere in maniera corretta ai quesiti, è il trampolino di lancio verso una prova importante della vita studentesca e,chissà, per il lavoro. Tra di loro, ne siamo certi, pur nei limiti oggettivi della tradizione italica ” per metodi didattici e cultura” verrà fuori un novello Pitagora o Einstein che, ricordiamo, in matematica inizialmente non eccelleva. Poi è diventato la ‘cima’ che sappiamo. E gli stimoli per far bene sono venuti dall’incontro di presentazione nell’auditorium del ”Pentasuglia”, passando per i ricordi della civiltà contadina di un vecchio allievo della scuola come il preside Antonio Epifania a quelli sul ”5G” e la banda larga dell’ottuagenario sindaco di Matera, Raffaele De Ruggieri e per tutte le suggestioni che gli altri relatori hanno dispensato a pieni quadranti. Ragazzi, in gamba! e siate primi tra i numeri primi…E se volete sgranchirvi mente e membra vi propongo un vecchio quesito, senza limiti di tempo.

ESERCITATEVI
Mostra un quadrato in cui ogni riga, ogni colonna e le due diagonali contengono un numero primo di cinque cifre. Le righe vanno lette da sinistra a destra, le colonne dall’alto verso il basso, e le diagonali da sinistra a destra. Usando i dati contenuti nel file INPUT.TXT scrivete un programma che costruisca un quadrato di questo tipo.
La somma delle cifre dei numeri primi deve essere sempre la stessa (11 nell’esempio).
La cifra nell’angolo in alto a sinistra è predeterminata (1 nell’esempio).
Lo stesso numero primo può comparire più volte nello stesso quadrato.
Se esistono più soluzioni, devono essere prodotte tutte.
Un numero primo non può iniziare con degli zero; ad esempio 00003 NON è considerato un numero valido.