Una marea di comunicati, gli immancabili seminari social, la formazione attivata dal Comune di Matera con il progetto ” Rete donna” e due segni che evidenziamo l’altra pagina della ”giornata internazionale” che va ricordata sempre, ma con atti concreti. Una riguarda lo striscione, legato a una inferriata degli ipogei di Piazza Vittorio Veneto, sul tema ” Toccano una toccano tutte, l’8 marzo tutti i giorni” e ricorda la triste statistica 2021 dei femminicidi e della violenza di genere, aumentata in maniera preoccupante durante l’anno da confinamento domiciliare da virus a corona. L’altra riguarda la vendita abusiva di mimose lungo le strade. Fiori, ricordiamo, sbocciati da tempo, come i mandorli. Confesercenti nella nota apprezza l’azione della Polizia Municipale che ha rimosso i punti vendita. Vecchia piaga, quella dell’abusivismo commerciale, anche questo aggravato con la crisi da covid 19 con il ”sommerso” che affiora.

LA NOTA DI CONFESERCENTI

Prendiamo atto con piacere che le donne e gli uomini della Polizia Locale di Matera, sotto il comando del dr. Paolo Milillo, stamattina sono intervenuti per rimuovere una serie di postazioni ambulanti prive dell’autorizzazione a sostare e vendere lungo le strade di Matera.
E’ quanto affermano dalla Confesercenti che con un proprio comunicato ringrazia l’operato della Polizia Locale di Matera che già nelle prime ore della giornata è prontamente intervenuta per il rispetto della legalità nel giorno dedicato alla “Festa della Donna” che, come sempre, ha visto Matera invasa da venditori occasionali su strada non in regola con le norme commerciali.
E’ facile immaginare, vista la presenza delle pattuglie della Polizia Locale che per tutta la giornata i venditori abusivi non avranno vita facile, ragion per cui la Confesercenti coglie l’occasione per ringraziare il lavoro svolto da tutte le Forze dell’Ordine che costantemente vigilano sulla nostra incolumità e per il rispetto delle regole in un momento difficile come quello che stiamo attraversando dovuto alla pandemia.

Matera, 8 marzo 2021