In questa domenica in cui non vi è il report ufficiale della task force, arrivano comunque brutte notizie sul fronte covid19 in  Basilicata.

E’ deceduta una signora 93 è morta al San Carlo di Potenza.  E’ la 29^ dall’inizio della pandemia.

A Matera, dopo che un docente è risultato positivo al Covid 19, tre classi del liceo scientifico Dante Alighieri  rimarranno a casa e saranno poi sottoposti a tampone  compreso gli altri docenti che hanno avuto contatti con il collega. Nel frattempo sarà attivata la didattica a distanza.

Poi c’è l’annuncio di poco fa del sindaco di Marsicovetere Marco Zippari che con un post su facebook ha annunciato 28 positivi nel suo Comune: “A seguito della positività della paziente ospite in una casa di riposo per anziani di Marsicovetere, sono stati effettuati i tamponi a tutto il personale e agli ospiti della struttura. Risultano positive 28 persone tra operatori e ospiti.

Inoltre, si apprende che, su 519 tamponi che sarebbero stati analizzati ieri 26 settembre, sono risultati in tutto 47 i positivi riscontrati.

Dunque, oltre a quelli di cui parlavamo prima di Marsicovetere, gli altri casi sono : 4 di Potenza (tutti dello stesso nucleo familiare del cittadino risultato positivo il 24 settembre scorso. Contagiati la moglie, la suocera e due minorenni), 3 di Venosa, 1 di Tramutola (moglie del ricoverato di qualche giorno fa), 1 di Pescopagano, 1 di Melfi, 1 di Pietragalla (una donna incinta), 1 di Rapolla, 1 di San Severino Lucano, 1 di Lagonegro, 1 di Lauria, 1 di Matera, 2 Altamura (tamponi fatti a Matera), 1 donna calabrese che ha fatto il tampone a Lagonegro.

Una situazione che comincerà a diventare davvero preoccupante solo se dovessimo avere un incremento di ospedalizzazioni, specie in terapia intensiva.

Nel frattempo calma e massimo rispetto delle regole.