2 Luglio con ” fuch e sparafuch da tutt u’ vonn”

E alla faccia di quel tirapiedi che come un tormentone, durante le precedenti edizioni del Tg2 luglio di Ergghiò, ripeteva che la ” Bbrin, cuss’onn non s’ò ffè” che la festa del 2 luglio 2022 non si sarebbe fatta. E invece si farà nel solco della tradizione, con quella variazione della processione dei pastori che -come è arcinoto- si snoderà nei quartieri, anzicchè – per motivi di sicurezza- nei rioni Sassi.


Non tutti il mali vengono per nuocere e l’inviato del notiziario Nunzio Gabriele Chiancone, rapito da arte da due ”malacarne”, ha tirato fuori lo scoop in quel di San Severo ( Foggia), dove ha intervistato il maestro pirotecnico Giuseppe Chiarappa.

Quest’ultimo ha annunciato per Matera https://fb.watch/dhPTJMSN6V/ : otto batterie tipiche sanseveresi. Fragore di fuochi in batteria assicurati, ricordando la tradizione di famiglia, e quanto visto tra le strade della città foggiana per la festa patronale della Madonna del Soccorso…Sembrava di stare a Matera.

Ci ha pensato Bruno Francione, ca ve semb r’t’lonn, è sempre in giro per divulgare le tradizioni con l’allegria compagnia di Ergghiò, a ricordare la tradizione dei fuochi pirotecnici per la festa della Bruna. Si parlava di ”fuochi” già dal 1605 ed erano i sacerdoti a comprare la polvere pirica e a confezionare fuochi e ”car’coss” che facevano tanto rumore. Si sparava ovunque. Naturalmente capitarono degli incidenti, come nel 1850, quando ci scappò il morto. Comunque gli spettacoli dei fuochi d’artificio caratterizzavano tutti i momenti della festa con le ‘chiamate’ e il giorno e la notte ”tracciati” dai fuochi. E così sarà anche quest’anno. Una soluzione la si trova, nonostante lacci e lacciuoli di vario tipo. Contenti, naturalmente, i conduttori del tiggi Flavio e Micla che hanno parlato in dialetto a ruota libera, senza sottotitoli per non perdere la concentrazione…come per i fuochi. Preparatevi!

Related posts

Rispondi