La Rai non ha dubbi e stringe in tempi per la trasmissione di fine anno “L’anno che verrà” e indica per la trasmissione con diretta di Capodanno Matera ‘Capitale europea della cultura 2019”. La cosa era nell’aria dopo le polemiche sulla designazione di Venosa, che avrebbe dei limiti sul piano logistico, e le continue richieste rimaste inascoltate per l’area metapontina con sede a Policoro. Nè l’una e nè l’altra e la cosa non potrà che avere riscontri negativi in campagna elettorale, sopratutto nei confronti del Pd (ricordiamo gli impegni regionali per Venosa e il dibattito in consiglio regionale per il Metapontino) alla ricerca di una candidatura credibile in sostituzione dell’ex presidente della giunta regionale Marcello Pitella, che ha rimesso ogni decisione nelle mani di un partito rimasto spaccato e senza un progetto. Matera sede del Capodanno Rai e con una macchina organizzativa in moto per la cerimonia inaugurale del 19 gennaio 2019. Luci, fuochi d’artificio e qualche inevitabile polemica in attesa della ufficialità.

LA NOTIZIA BATTUTA DALL’ANSA
(ANSA) – ROMA, 16 OTT – Rai ha proposto alla Regione Basilicata la città di Matera per la diretta televisiva del Capodanno 2018/2019. Il Servizio Pubblico, spiega una nota dell’azienda di Viale Mazzini, “non può non tenere conto che la città dal 1 gennaio 2019 sarà la Capitale Europea della Cultura e diventerà la protagonista assoluta del panorama culturaleitaliano e europeo. Sarebbe difficilmente giustificabile a livello istituzionale l’indicazione di una sede diversa nella stessa regione”. Tuttavia Rai, si legge ancora, “ha manifestato in piùoccasioni alla Regione Basilicata la disponibilità a valutare ulteriori possibili città che soddisfino le esigenze produttive nella tempistica indicata. Inoltre ha comunicato alla Regione che la città di Venosa potrebbe essere indicata per l’edizione 2019/2020 previa una serie di verifiche tecniche e organizzative che dovranno essere effettuate”. (ANSA).