lunedì, 4 Marzo , 2024
HomeCinemaIl docufilm "Alba Meloni. Stella nelle mie stanze" a Matera, con la...

Il docufilm “Alba Meloni. Stella nelle mie stanze” a Matera, con la regista Nadia Pizzuti

Il 6 (ore 18,00) e il 7 (ore 9,30) dicembre 2023, al Cinema Piccolo di Matera ci sarà la proiezione del film documentario “Alba Meloni.Stella nelle mie stanze”, iniziativa organizzata dal Comitato Provinciale dell’ANPI e dal Collettivodonnematera. La proiezione del sette mattina è riservata ai soli studenti delle scuole superiori. Ad ambedue le proiezioni sarà presente la regista Nadia Pizzuti. Nel film la regista cerca nella sua casa le tracce della vecchia proprietaria: Alba Meloni, staffetta partigiana, che partecipò giovanissima alla Resistenza. Ricompone, quindi, i pezzi di questa donna combattente con il nome di battaglia “Stella”. Lo fa immergendosi nell’aria di quella abitazione, osservando i suoi oggetti, ripercorrendo i luoghi della sua vita (Roma e poi Testaccio), quindi, incontrando i suoi compagni e amici. Invia poi una lettera ad Alba che non c’è più, un monologo che presto si trasforma in un dialogo a distanza tra donne, in cui la Resistenza diventa la vera protagonista (“Ho chiesto di te, in tanti mi hanno parlato di te e tu piano piano mi sei venuta incontro”). Alba, a lungo cercata, emerge nell’audio di un’intervista rilasciata qualche anno prima che morisse. Quindi, l’uso lento e poetico delle immagini, che spaziano dall’interno della casa alla città di Roma, viene ritmato dal materiale storico d’archivio : i camion dei nazisti e i chiodi a tre punte, Via Tasso e il bombardamento di San Lorenzo, l’orrore dell’occupazione e della guerra. Infine il racconto si fa corale, con partigiane come Luciana Romoli e Gianna Radiconcini che raccontano la Resistenza delle donne e tracciano il profilo della staffetta, il ruolo delicato, ad esempio, dell’assalto ai forni che vide Alba protagonista. Nel dopoguerra diviene funzionaria nel Pci, lavorando nella redazione di Pattuglia, de L’Unità, Rinascita, Editori Riuniti, Noi donne e nell’Udi fino agli ultimi anni nel sindacato. “Le donne sono state l’anima e il cuore della Resistenza; senza la loro ampia partecipazione, senza la loro solidarietà, il movimento partigiano non avrebbe potuto avere lo slancio e la solidità che ebbe.”(LucianaRomoli, partigiana). Il documentario ha ottenuto il patrocinio dell’ANPI (Associazione Nazionale dei Partigiani d’Italia) e dell’AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico). E’ stato selezionato in diversi festival, tra cui Immaginaria (Roma), il Toronto International Women Film Festival e Femmes en résistance (Arcueil, Parigi).

Nadia Pizzutiha lavorato come giornalista all’Ansa, per cui è stata corrispondente da Teheran. È autrice o coautrice di alcuni cortometraggi, tra cui Carte false e Vicine di casa, dedicato alle donne della ex Jugoslavia. Nel 2011 ha organizzato una rassegna sulle pioniere del cinema alla Casa delle donne di Roma, poi portata in altre sedi e all’estero. L’anno successivo ha girato il documentario Amica nostra Angela, dedicato alla filosofa femminista napoletana Angela Putino. Il film è stato proiettato in diversi spazi culturali e università e in alcuni festival di cinema, tra cui Some Prefer Cake a Bologna. Nel 2015 ha realizzato il documentario Lina Mangiacapre Artista del femminismo, su un’altra storica protagonista della scena politica e culturale napoletana.”

Vito Bubbico
Vito Bubbico
Iscritto all'albo dei giornalisti della Basilicata.
RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti