E’ tanto attesa e non solo dagli addetti ai lavori, l’edizione 2017 del Bif&st-Bari International Film Festival, che a guardare l’anteprima del programma si presenta davvero con appuntamenti da red carpet.

Il programma completo sarà reso pubblico solo tra qualche giorno, il 12 aprile alla Casa del Cinema di Roma, dove si terrà la conferenza stampa di presentazione ma per intiepidire gli animi alcune anticipazioni sulle lezioni di Cinema, ben 9 che si terranno tutti i giorni alle 11 dal 22 al 29 aprile.

 

Il Bif&st-Bari International Film Festival, presieduto da Margarethe von Trotta e diretto da Felice Laudadio comincerà le sue lezioni il 22 aprile alle 11 al Teatro Petruzzelli con la Master Class di Andrej Konchalovskij dopo la proiezione del suo film più recente, Paradise. Il giorno successivo sarà la volta di Alessandro Gassmann che parlerà, in particolare, di suo padre Vittorio in occasione della grande retrospettiva a lui dedicata. Il 24 interverrà l’attrice Greta Scacchi dopo la proiezione di un film da lei interpretato. Pupi Avati terrà la sua lezione il 25 aprile mentre il 26 toccherà a Carlo e Enrico Vanzina ricordare il loro padre, Steno, presentando il suo libro Sotto le stelle del ’44 appena pubblicato dal Centro Sperimentale di Cinematografia in occasione dei 100 anni dalla nascita del grande regista. Dario Argento terrà la sua Master Class il 27 aprile. Fanny Ardant e Margarethe von Trotta saranno impegnate il 28 in una conversazione a due voci al termine della proiezione di Paura e amore della von Trotta. Il grande attore e produttore francese Jacques Perrin, cui il Bif&st dedica la sezione “Cinema e scienza”, interverrà il 29 dopo Il deserto dei Tartari di Valerio Zurlini da lui prodotto e interpretato accanto a Vittorio Gassman e Philippe Noiret. E infine il premio Oscar Volker Schlöndorff concluderà le Lezioni di Cinema, questa volta nel pomeriggio del 29 aprile, dopo la proiezione del suo film Return to Montauk, in anteprima assoluta italiana.