L’attrice siciliana Ester Pantano è la vincitrice del premio “Camilleri” riservato ai talenti under 30 del festival Cortinametraggio live; il premio è stato istituito dal festival, quest’anno celebrato online per le note ragioni, al fine di ricordare lo scomparso e indimenticao scrittore siculo Andrea Camilleri, ed è dedicato alle giovani attrici e giovani attori che “si sono distinti nelle ultime stagioni delle produzioni televisive seriali”.

La catanese Pantano, per i materofili, per esempio l’abbiamo apprezzato quale interprete dell’avvenente e fascinosa agente della Polizia di Stato Jessica Matarazzo, nella serie “Imma Tataranni. Sostituto procuratore” girato prevalentemente nella città dei Sassi e Capitale Europea della Cultura del 2019 – passato in sei puntate sul primo canale della Rai; e proprio durante la lavorazione della fiction (o meglio nelle pause di quel tempo di lavoro scandito da orari e sacrifici per attori e attrici di valore, tra gli altri non dimenticheremo Alessio Apice oltre ovviamente alla ‘protagonista’ Vanessa Scalera), abbiamo avuto modo di comprendere carattere tenacia e retroterra cultura di Pantano. Oltre che, ovviamente, la sua genuina ed elegante bellezza.

Ester Pantano, come abbiamo poi potuto capire approfondendo l’argomento, era già molto riconoscente al maestro Camilleri. Alla sua opera. Al suo sguardo e all’attenzione per il talento. Oltre, per sottolineare, ad aver recitato per il cinema nel film “Notti magiche” di Virzì, per esempio, Pantano è stata Trisina nel film tv “La mossa del cavallo”, tratto appunto dall’omonimo romanzo camilleriano. Con un personaggio cucito apposta per lei.

E l’esordio sul piccolo schermo d’Ester Pantano, da un’altra congiunzione artistica con le opere del Camilleri è venuto al mondo. L’augurio è che la giovane Ester, con la dolce benedizione del Camilleri, diventi un’altra stella italiana di questo difficile mondo.