Lasciate perdere la chilometrica soap opera televisiva americana di oltre 30 anni fa e lasciatevi guidare, piuttosto, da due testimonial e guide turistiche di casa nostra, Greg e Silvia,coppia anglo materana anche nella vita, alla scoperta di quello che non vi aspettate di scoprire nei centri grandi e piccoli della Basilicata. E i due non si lasciano di certo pregare nemmeno a tavola, tanto che Greg, confessa di aver messo sù qualche etto ma scalinate es saliscendi gliene hanno fatto perdere alcuni, tanto da mettergli fame…di cultura, curiosità, arte e gastronomia. Sofia, che come tanti, non sanno che a pochi chilometri ci sono un antico mulino, o che sul tratturo regio è transitato uno dei tanti pastori di d’annunziana memoria oppure che a Montalbano, terra di calanchi, ci sono state le marcia della storia innestate da Francesco Lomonaco o dall’ingegner Romeo che avrebbe portato alla vittoria una grande casa automobilistica come l’Alfa Romeo…Ed è solo una parte di un format che in poche puntate ha portato a 300.000 visualizzazioni su facebook e 10.000 su youtube e tutte motivate alla scoperta della Basilicata. Ci credono quelli di Quadrum di Franco e Donato Braia, che hanno all’attivo varie esperienze nella promozione territoriale, pronti a passare i confini regionali con una offerta in italiano e in inglese che porterà dalle nostre parti, ne siamo certi, quella fetta di turismo motivata e legata alla sostenibilità pronta a prendere casa delle nostre parti. Sarebbe un bel risultato, dopo le positive esperienze di Irsina, Rotondella, Tursi e via elencando.Ed è positivo che la cosa sia sostenuta dalle Province di Potenza e Matera, come ha evidenziato il presidente di quella materana Pietro Marrese, sopratutto dopo una fase di difficoltà come quella procurata dall’epidemia da virus a corona e dalla radiografia davvero poco entusiasmante dei dati Istat su emigrazione, invecchiamento e spopolamento. Ma contano i fatti e Beautiful Basilicata è una convincente realtà, promossa da privati e sostenuta finora da una parte del pubblico. E così si punta a promozione della Basilicata, attraverso percorsi spesso inediti che ne colgono anima, paesaggio,tradizioni, monumenti e segni del passato all’insegna della sostenibilità,dopo una fase di ripresa dell’offerta turistica post covid 19, e creazione di una rete di professionisti in ambito giornalistico che garantisca anche contenuti e notizie del territorio. Sono gli obiettivi dell format video ”Beautiful Basilicata”, prodotto da Rvm broadcast in collaborazione con Quadrum per il webmagazine Basilicatamedia, che dal 28 giugno scorso presenta ogni settimana un comune diverso dalla regione. “Finora- è stato ricordato dagli organizzatori nel corso della conferenza stampa- sono state realizzate cinque tappe che hanno toccato Tursi, Pomarico, Ferrandina, Tricarico e Irsina con migliaia di visualizzazioni sulle pagine facebook e sul canale youtube di Basilicatamedia. sta riscuotendo interessi sempre crescenti tra i sindaci e le amministrazioni comunali dei paesi del materano e del potentino, partner di produzione, concordi sulla duplice finalità del progetto: offrire spunti interessanti ai turisti di prossimità, anche in virtù del particolare momento attuale, e catturare l’attenzione in modo accattivante dell’utenza turistica generalizzata”.“Beautiful Basilicata”, attraverso una narrazione semplice ma appassionante, ha degli interpreti perfetti nei protagonisti. Sono la materana Silvia Peragine e l’inglese Greg Foster,insieme anche nella vita, che aiutano a scoprire la nostra terra mettendo insieme curiosità e scoperta. Lei, lucana, è romantica sognatrice, non ha mai approfondito la conoscenza della sua terra – come spesso accade – lui, inglese,è innamorato della Basilicata al punto da conoscerla nei particolari. Insieme coinvolgono lo spettatore, che diventa così protagonista del viaggio insieme a loro.Il format è nato da un’idea di Antonio De Santis e Vito Cea. Quest’ultimo ha scritto e e diretto la serie con il giornalista Sergio Palomba. Il lavoro ha ottenuto il patrocinio delle Province di Matera e Potenza ed è sponsorizzato da Latte Rugiada e Futura 3000. Anche i Comuni, nonostante le ristrettezze di bilancio, faranno la propria parte. L’orgoglio identitario delle comunità locali, come ha ricordato Silvia, lo conferma. Basilicata da scoprire…come riportava un vecchio slogan dell’Azienda di promozione turistica della Basilicata.