martedì, 23 Aprile , 2024
HomeAmbienteTrekking e NaturArte con il Parco della Murgia al Terres di Saluzzo

Trekking e NaturArte con il Parco della Murgia al Terres di Saluzzo

Che sia un festival tutto da vivere, anzi da praticare, è scritto nel nome di un festival che parla, fa trekking e parla delle risorsi dei territori, in programma a Saluzzo dal 17 al 19 marzo. La città piemontese, nota per aver dato i natali al patriota e scrittore Silvio Pellico autore de ‘’Le Mie Prigioni’’, legata a Matera per quella iniziativa unica di fine dicembre che è ‘’Le Case Ospitanti’’. E del resto Ente Parco, Onyx jazz club, Luigi Esposito sono le facce di una stessa medaglia destinata a splendere alla seconda edizione del ‘’Terres Monviso Outdoor Festival’’ . Vi diamo solo un accenno del programma , incentrato su quattro temi o aree di indirizzo (food, cammini, parchi ed esperienze) e poi convegni e un corner dove raccontare ciò che avviene al Festival. Il resto dovranno raccontarlo i partecipanti, magari ai piedi del Monviso che è la fonte di un grande fiume come il Po’, che attende il ripristino della portata giusta.

Il Parco della Murgia Materana partecipa alla 2° Terres Monviso Outdoor Festival

17/19 marzo 2023 – Saluzzo

Ci sarà anche il Parco della Murgia Materana al Terres Monviso Outdoor Festival a Saluzzo. Non un semplice salone ma un’esperienza da vivere, e da camminare insieme. L’outdoor in tutte le sue forme, in una tre giorni itinerante lungo le vallate alpine e Il Quartiere di Saluzzo a fare da campo base per conferenze, stand, attività sportiva e laboratori all’insegna del turismo slow e di un modo sostenibile di incontrare il territorio.

Quattro i temi principali della 3 giorni, quattro aree di indirizzo (food, cammini, parchi ed esperienze). Diversi convegni e un corner dove raccontare ciò che avviene al Festival.
L’area Parchi – Parco del Monviso, Parco delle Alpi Marittime, Naturpark Nordeifel e.V., Parco della Murgia Materana e una serie di ospiti nazionali e internazionali – l’outdoor education, i convegni per parlare di strutture ricettive, progetti di area vasta, prodotti da zaino. Il corner per confrontarsi in maniera diretta e pubblica, nuovi progetti trail e trekking, il trek food e tanto altro.
All’esterno, i negozi e le ditte di settore saranno occasione per provare il materiale tecnico e conoscere divertendosi. Nuovamente si potrà scalare o andare a cavallo, provare una E-Bike o il nuovo paio di scarpe running e scarponi da montagna… o vivere una notte in tenda negli spazi de Il Quartiere.
La novità sarà il venerdì Didattiland. Al mattino le scuole dei plessi di Saluzzo, Droneroe Revello/Moretta saranno protagoniste nell’agorà del Salone raccontando l’Outdoor Education e i progetti nati dal post Covid. Contribuiranno alla discussione i Parchi trattando il tema “Didattica e la comunicazione come esperienze di sviluppo per i territori“e la Rete del Buon Cammino. Le scuole il venerdì potranno poi incontrare Associazioni e accompagnatori di media e alta montagna, guide alpine, accompagnatori naturalistici per dare modo a domanda e offerta

L’Ente Parco della Murgia Materana partecipa a questa nuova e importante iniziativa nazionale con un suo stand e per presentare il progetto NaturArte voluto dal Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata che si traduce in 2 pubblicazioni.
Il Presidente dell’Ente Parco della Murgia Materana, Michele Lamacchia presenterà, infatti, in incontri pubblici ai quali parteciperà anche Luciano Vanni responsabile dell’Impresa sociale Civitates, due pubblicazioni frutto del lavoro di ricerca e coinvolgimento delle comunità lucane elaborate dal Direttore Artistico di NaturArte Basilicata Luigi Esposito.

La prima delle due pubblicazioni sarà il Libro Bianco di NaturArte redatto dall’impresa sociale Civitates.
Elaborato da un team di ricerca coordinato dall’impresa sociale Civitates, il Libro nasce per condividere soluzioni, strumenti e competenze maturate nel corso di dieci anni attraverso un progetto sperimentato promosso all’interno di piccole comunità locali della Basilicata, insieme al Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo di UNIBAS e, per la precisione nel Parco Nazionale del Pollino, nel Parco Nazionale Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese e nel Parco della Murgia Materana. Arte e cultura considerati in virtù della loro funzione pedagogica ed educativa, oltreché estetica: quella capacità unica di trasmettere bellezza, emozioni e sentimenti positivi in grado di generare coesione sociale, relazioni collaborative e un rinnovato desiderio di partecipazione delle persone per il bene comune, tra orgoglio, responsabilità sociale e legami comunitario.

Altra produzione NaturArte che verrà presentata a Saluzzo sarà il libro: “La Favola dei Parchi della Basilicata”. Un processo di condivisione tra scuole, cinque Enti Parco, Guide, lo scrittore e poeta Roberto Piumini, attori del Teatro PAT e l’illustratore Giuseppe Palumbo che rappresenta un esperimento ben riuscito per accrescere l’interesse e la fruibilità dei Parchi, soprattutto nelle nuove generazioni, per conoscere e rispettare l’ambiente e i Parchi attraverso un’esperienza diretta, per incoraggiare e potenziare la creatività, l’espressività narrativa e descrittiva e l’immaginazione dei ragazzi.

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti